Una caletta che spalanca il suo incanto al di là di un fitto bosco di eucalipti, protetta da un promontorio che offre un panorama spettacolare sull’orizzonte turchese. La spiaggia di Cala Sinzias, distante 15 chilometri da Villasimius e sette da Costa Rei, fa parte del territorio di Castiadas. La cala è una distesa di due chilometri di sabbia, fine e soffice, profonda e bianchissima, un fondale incredibilmente limpido che degrada rapidamente e un mare cristallino dalle varie sfumature azzurre, segnalato da Goletta Verde di Legambiente fra i più puri della Sardegna. La spiaggia è intervallata da qualche scoglio, che dona al paesaggio una varietà tipica della costa orientale. Alle spalle una fitta vegetazione: ginepri, lentischi, olivastri, pini ed eucalipti.

Se, sei un amante dei viaggi on the road, Cala Sinzias è la tua località: postazione attrezzata per camper e due rinomati campeggi davanti alla spiaggia. La sua ampiezza consente di rilassarsi in totale tranquillità agli amanti di passeggiate sul bagnasciuga e di nuotate nell’acqua alta, con tutti i servizi a disposizione: parcheggio, stabilimenti dove noleggiare attrezzatura balneare, bar e ristoranti. La spiaggia è accessibile a diversamente abili e, per la ricchezza del suo mare, è meta di pescatori sub, esperti o amatori. Battuta dal vento, è frequentata da surfisti.

Tutti i 13 chilometri della costa di Castiadas immersi nel verde sono uno dei tratti costieri più belli dell’Isola, un susseguirsi di scenari di sabbia bianca e colori abbaglianti. La punta meridionale di Cala Sinzias è la roccia del Cappuccino. Lì inizia un piccolo angolo di paradiso: la spiaggia di Cala Pira, con soffici dune sabbiose e intensi profumi mediterranei. A nord c’è punta San Pietro con un’altra ampia e meravigliosa spiaggia. Oltre inizia il lunghissimo litorale di Costa Rei, dieci chilometri di sabbia fine e dorata che degradano verso un mare color del cielo. Nel territorio di Castiadas rientrano le spiagge di monte Turno, di sant’Elmo e di santa Giusta, sino allo scoglio di Peppino, confine costiero con Muravera.