Un luogo lontano da tutto, incontaminato e suggestivo. Capo Pecora è uno dei gioielli della Costa Verde, di cui rappresenta l’estremità meridionale, all’interno del territorio di Arbus. Confina a sud con Portixeddu (Fluminimaggiore) e a nord con un’altra perla arburese, Scivu. Il suo promontorio granitico spicca in una costa dominata dalla roccia calcarea: il rosato del granito si contrappone al turchese del mare e al verde della macchia mediterranea.

Scogliere a picco sul mare, battute dal vento, la delimitano e incorniciano spiaggette di ciottoli levigati dall’incessante opera del mare. Nelle calette le rocce hanno assunto sembianze particolari: una di esse è detta ‘spiaggia delle uova di dinosauro’. La spiaggia maggiore di Capo Pecora, circondata da profumati arbusti, è fatta di sabbia dorata a grani grossi. Le acque sono particolarmente limpide e assumono un brillante color zaffiro che ti rapirà lo sguardo.

La località è poco frequentata, una silenziosa oasi di privacy. È conosciuta per la sua fauna marina, il fondale brulica di mormore, muggini, orate, polpi, ricciole, saraghi, spigole. Perciò è amata dagli appassionati di snorkeling: non scordare maschera e macchina fotografica per scoprire e immortalare bellezze circostanti e meraviglie dei fondali.

Con un lungo ma non impegnativo trekking attraverso scogliere e mura granitiche, dal promontorio di Capo Pecora, abitato fin dalla preistoria e perfetto per gli appassionati di paleontologia e fossili, giungerai alla spiaggia di Scivu, visitando la sua riserva naturale. Il percorso a picco sul mare si snoda lungo sentieri e mulattiere. Giunto nel punto più alto dell’altopiano, alla torre di vedetta, il tuo sguardo spazierà verso nord sullo spettacolo della Costa Verde: il ‘deserto’ della selvaggia e stupenda Piscinas e l’altra ‘perla’ di Torre dei Corsari. Poi si scende in pendii ripidi per giungere a Scivu, la cui sabbia risuona quando si cammina sui suoi granelli finissimi. La costa arburese è tutto un susseguirsi d’immense spiagge con dune sabbiose che si immergono in acque con sfumature di azzurro e verde smeraldo. Comprende anche Portu Maga, la Marina di Arbus e Funtanazza, luoghi suggestivi e paradisi dei surfisti.