Un’insenatura dall’acqua turchese e dalla sabbia bianca e fine, completamente circondata da arbusti di macchia mediterranea. A metà strada tra Palau e Santa Teresa Gallura, nei pressi della foce del Liscia, Porto Pollo (in gallurese Portu Puddu) unisce la terraferma alla bellissima i​sola dei Gabbiani (o Isuledda) con una sottile lingua sabbiosa. Le due ‘spiagge-istmo’ - la seconda è detta dell’Arenaria - si aprono a ventaglio con dune coperte di lavanda, ​lentisco e ginepro e sono una palestra naturale per gli sport acquatici. La località è costantemente battuta dal vento, a tratti forte, perciò è una meta particolarmente ambita di velisti e appassionati di windsurf e kite surf. Da una parte o dall’altra della baia, ci saranno, alternativamente, condizioni ideali per surfare oppure di mare piatto. Per chi ha il windsurf nell’anima, vento fra i capelli, vela spiegata e scia sulle onde saranno la costante della vacanza. Anche nella vicina località Barrabisa. Mentre per i meno sportivi o per chi è alla ricerca di distensione, ecco giornate rilassanti e tramonti poetici, al riparo da venti.

La baia è molto frequentata. Ha un ampio parcheggio, adatto anche ai camper, e accessibile a diversamente abili. Grazie al basso fondale è adatta al gioco dei bambini. Potrai noleggiarvi ombrelloni e natanti. Immancabile anche una scuola di windsurf e vela. Bar, ristoranti, alberghi e camping sono immersi in calette rocciose riparate con attorno i colori e gli odori della macchia mediterranea, tratto caratterizzante della costa gallurese. Non perdere occasione per perlustrare tutti i 18 ettari del paradiso naturalistico dell’isola dei Gabbiani, e nelle vicinanze, non mancare la visita gli atri tesori di Palau: la bellezza indomabile di punta Sardegna, le fattezze esotiche di C​ala Trana​, la splendida Porto Faro e il monumento naturale della Roccia dell’Orso. Di fronte al tuo sguardo si aprirà il panorama offerto dalle isole dell’arcipelago della Maddalena.