Il tratto finale della vecchia ferrovia segue per pochi metri la linea di costa, regalando una vista sul mare aperto, poi le rotaie oggi percorse dalla tratta turistica del Trenino Verde, proseguono il loro andamento affiancandosi alla pineta, a pochi passi dall’arenile. Qualche gradino più in basso si distende un ‘tappeto’ di sabbia dorata, incorniciato da una scenografica passeggiata e lambito da acque limpide. Palau Vecchio è un luogo che non si dimentica, un paesaggio da cartolina, incantevole e un po’ retrò, è il litorale al quale gli abitanti di Palau sono più affezionati e che più volte è stato premiato con la Bandiera Blu della Foundation for Environmental Education (Fee).

La spiaggia è ideale per le famiglie con bambini, grazie al basso fondale sabbioso e al riparo dalla calura pomeridiana garantito dalla pineta, mentre la trasparenza delle sue acque la rende una meta adatta agli appassionati di snorkeling. È accessibile ai diversamente abili, con una passerella in legno che conduce direttamente in acqua, nelle vicinanze, inoltre, ci sono bar e punti ristoro. Il panorama che ti si presenta davanti alla spiaggia è spettacolare: il mare dai riflessi tra verde smeraldo e azzurro all’orizzonte lascia spazio al profilo di Santo Stefano, e, dietro alle due isole maggiori del parco nazionale dell’arcipelago, La Maddalena e Caprera. Oltre la pineta, pochi passi ti condurranno alla spiaggia di Porto Faro, distesa lungo un’insenatura e dominata da un caratteristico faro. Qui la sabbia è bianca e fine e affiorano rocce granitiche rosa. Il verde mediterraneo arriva quasi a lambire il mare.

Palau Vecchio non è la sola spiaggia palaese a fregiarsi della Bandiera Blu: le fa compagnia l’Isolotto, piccola spiaggia accanto al porto turistico, con caratteristiche simili a Porto Faro: sabbia bianca e scogli affioranti, mare dalle tonalità cangianti.

Pochi chilometri separano le spiagge cittadine dal simbolo di Palau, un monumento scolpito da un’artista d’eccezione, la Natura: è la Roccia dell’Orso, il cui capo è rivolto verso il mare e anticamente veniva usata come punto di riferimento dai marinai. Nella direzione opposta, a ovest dell’abitato, compaiono altre ‘perle’ del litorale palaese:Sciumara, caratterizzata da sabbia color crema, fitta macchia mediterranea e un mare azzurro intenso, e Porto Rafael, una delle prime borgate esclusivamente turistiche nate nel nord Sardegna, dove spiccano bianche casette sparse nel verde.