Olzai è un antico borgo immerso fra boschi secolari di lecci e le imponenti montagne del Gennargentu.
Le tradizioni del paese sono incentrate sulla lavorazione e la degustazione del pane, sull'arte incisoria e sulla musica del coro di Olzai.

Nel paese si possono ammirare i resti dell'archeologia nuragica: menhir, dolmen e la tomba dei giganti S'Ena 'e sa Vacca.
Altro punto d'interesse è Su Mulinu Vezzu, conosciuto come Rio Bisine, un antico mulino ad acqua del Settecento, unico in Sardegna per la sua struttura in granito, ristrutturato e funzionante, tipica architettura pre-industriale.

Il paese conserva la storica chiesa di Santa Barbara, costruita nel Quindicesimo secolo, la casa-museo e la pinacoteca del pittore Carmelo Floris, artista dalla vita avventurosa che si guadagnò la medaglia d'argento al valore militare come volontario della Brigata Sassari. Oggi l'edificio di proprietà del Comune e si può visitare.