Nella parte più orientale di Capo Figari, nel territorio di Golfo Aranci, Cala Greca è una piccola spiaggetta di sassi e scogli di colore rosa, rivolta a est e nascosta da falesie calcaree a strapiombo sul mare e grotte del promontorio. La baia è inserita all’interno di una riserva naturale ed è raggiungibile a piedi dalla vicina Cala Moresca, incantevole spiaggia dove termina la strada.

Cala Greca è caratterizzata da fondale basso e ciottoloso e circondata da fitta macchia mediterranea. Nelle vicinanze si trova la caratteristica roccia detta ‘Mamma chiatta’, perché ricorda la figura di un’anziana donna in sovrappeso. La spiaggia è isolata e priva di servizi, frequentata da appassionati di immersioni per la ricchezza dei suoi fondali. Mentre per gli amanti di sport acquatici è presente un centro che fornisce l’attrezzatura necessaria.

Alle spalle di Cala Greca si trova una piccola valle raggiungibile da terra, che digrada verso il mare e nasconde un piccolo camposanto noto come il ‘cimitero degli inglesi’. Custodisce tredici tombe ma, nonostante il nome, è sepolto solo un marinaio inglese della nave Vulcan, mentre sul lato settentrionale, si trova una lapide in marmo, posta nel 1891 dagli equipaggi della Navigazione generale italiana a ricordare i marinai morti nel naufragio del veliero ligure Generoso II e sepolti nel 1887. Le altre tombe sono di marinai golfoarancini di cui si sono persi i nomi e che ogni anno vengono celebrati.

La riserva naturale di cui Cala Greca fa parte è quella promontorio di Capo Figari, dominato da un antico faro a 350 metri d’altezza, habitat unico nel Mediterraneo, da scoprire con itinerari di trekking. Raggiungerai la cime dopo aver visitato altre splendide cale di Golfo Aranci, Moresca e del Sonno. E potrai immergerti nei fondali ricchi di vita e grotte misteriose di Punta Filasca.