Una delle più importanti realtà del turismo nazionale e internazionale, punta di diamante, insieme a Porto Cervo, della Gallura, nella costa nord-orientale della Sardegna. Porto Rotondo è una frazione di Olbia, a pochi chilometri da Golfo Aranci, Palau e Arzachena. In 500 ettari di territorio tra i golfi di Cugnana e di Marinella, con punto di riferimento l’attrezzatissimo porto turistico da 800 posti barca, i residenti in inverno sono circa un migliaio. In estate si arriva a punte di 30 mila abitanti nelle ville, nella case multiproprietà, nei residence, realizzati attorno a un nucleo iniziale del borgo risalente al 1964. A dare l’avvio i veneziani Luigi e Nicolò Donà dalle Rose, nell’ambito di un’iniziativa voluta da un gruppo di imprenditori. Da qui deriva l’architettura che riprende decisamente la struttura di Venezia, non a caso la piazza principale è piazzetta San Marco. Insieme alle residenze fastose anche tanti hotel lusso ed extra-lusso.

Poltu Rutundu (in gallurese) è considerato uno dei luoghi più ‘in’ della Sardegna e di tutta Italia: facili gli avvistamenti di personaggi famosi, specie in estate nei locali notturni. Uomini dell’alta finanza e dello spettacolo la scelgono come residenza estiva.

È generalmente considerata una località della Costa Smeralda, anche se tecnicamente non ne farebbe parte secondo quanto stabilito dallo stesso Consorzio Costa Smeralda. Di qui una certa rivalità tra i ‘rotondini’ e i ‘cervini’ per la leadership come località più rinomata.

Ogni fine agosto a Porto Rotondo si tiene il Big Game, una manifestazione sportiva di pesca d’altura, tra le più rilevanti e spettacolari nel Mediterraneo. Lo Yacht club Porto Rotondo, ufficialmente insediato nel 1985, è divenuto uno dei più importanti a livello nazionale, mantenendo un forte legame con lo Yacht club italiano di Genova.