Bianche pareti calcaree ne incorniciano i fianch, creando una curiosa contrapposizione di colori con gli scuri scogli basaltici affioranti. Così nell’arenile, alla sabbia chiara si mischiano ciottoli levigati neri, mentre di fronte si apre il mare color smeraldo. Ziu Martine è la spiaggia dei piacevoli contrasti, a poco più di tre chilometri da Cala Gonone, borgata marinara di Dorgali. Potrai percorrerli in auto oppure a piedi: il panoramico viale del Bue Marino offre bellissimi scorci sul golfo di Orosei. Dalla strada, un sentiero sterrato tra la macchia – dove verdeggiano ginepri, mirti e lentischi -, ti condurrà a una breve scalinata, al termine della quale la spiaggia ti apparirà nel suo incanto.

L’arenile si estende per circa 300 metri, metà dei quali occupati da affioramenti rocciosi. Il fondale è trasparente e ciottoloso, non a caso Ziu Martine è una delle mete più gettonate del golfo per immersioni e snorkeling, grazie anche a ricchezza e varietà della fauna marina che popola le numerose cavità sommerse nascoste tra le scogliere. Mai eccessivamente affollata, farà al tuo caso se desideri goderti il mare in pieno relax, ma offre anche tante opzioni per esperienze all’insegna dell’avventura: oltre a nuoto, pesca sportiva e diving, potrai raggiungerla via mare in kayak. Il costone di roccia frastagliata che protegge la spiaggia alle spalle, oltre a ripararla dal maestrale e dal ponente, è parete prediletta da professionisti e appassionati di free climbing.

Ziu Martine ricade nel parco nazionale del golfo di Orosei e del Gennargentu, area protetta che copre 74 mila ettari e che custodisce tanti tesori naturalistici. Il tratto costiero fino a Baunei, ospita anfratti, come le celebri grotte del Bue Marino, e calette selvagge. Cala Fuili è l’ultima spiaggia raggiungibile dalla panoramica proveniente dal borgo di Cala Gonone – poche centinaia di metri dopo Ziu Martine - e si caratterizza per il fondale basso e acque straordinariamente trasparenti. Cala Luna fu più volte scelta come set cinematografico, e assieme a Cala Biriola, Cala Mariolu e Cala Goloritzé fa parte delle ‘perle’ del Golfo, raggiungibili attraverso percorsi di trekking o più comodamente dal mare. Sono caratterizzate da contorni aspri e rocciosi e da colori e trasparenze quasi irreali, impossibili da dimenticare. Tra le attrazioni dell’entroterra del parco, da non perdere la sorgente carsica di su Gologone, il canyon di su Gorropu, i monumenti naturali di Perdae Liana, Pedra Longa e su Texile, il villaggio nuragico di Tiscali, oltre a rilievi e foreste del Gennargentu.