È la più grande e moderna struttura del suo genere in Sardegna. L’acquario di Cala Gonone, realizzato nel 2010 nel borgo costiero di Dorgali e incastonato in un parco verde a simboleggiare il passaggio dalle montagne del Supramonte al mare, combina aspetto didattico (e salvaguardia ambientale) e divertimento. Ti ‘immergerai’ in 24 vasche espositive che ti accompagneranno dalla rive fino alle profondità marine, passando per coste rocciose e mare aperto in cui dominano meduse, grandi dentici e squali palombo. È una rappresentazione degli habitat marini principali del Mediterraneo: potrai imbatterti nel mondo dei ‘pesci trombetta’, vedere le capacità mimetiche di seppia e polpo, addentrarti nelle tane buie e in altri spettacolari ambienti del golfo di Orosei. In una delle vasche più spettacolari, rocce scure riproducono un basalto colonnare con una franata divenuta tana per gronghi e murene, mentre le ‘terrazze’ laterali sono ‘dimore’ degli scorfani. La vasca del mare aperto è la più grande, articolata in tre settori su vari piani: il primo con illuminato naturalmente, gli altri due illuminati artificialmente per rappresentare il regno dei grandi pesci pelagici come le ricciole. Qui è ospitata anche una tartaruga caretta caretta. Mediterraneo e non solo: nella prima vasca, unica di acqua dolce, vedrai i voraci piranha e nelle vasche dei mari tropicali ammirerai specie con forme strabilianti e colori sgargianti che vivono nelle barriere coralline. Le vasche tropicali raccontano l’origine di un atollo e casi di adattamenti evolutivi e simbiosi. Il percorso si conclude con la vasca tattile: potrai imparare ad accarezzare una razza senza impaurirla e potrai sfiorare ricci, stelle marine e paguri.

Dopo il ‘tuffo’ all’acquario, potrai conoscere il borgo di Cala Gonone, adagiato su una ripida collina che degrada sino al mare, attrazione di appassionati di natura e avventura o di romantiche escursioni in barca. Ti rilasserai nella sabbia dorata di Cala Cartoe, Ziu Martine e Cala Osalla oppure, via mare o con un suggestivo trekking, giungerai a Cala Luna, ‘perla’ del Mediterraneo. In escursione guidata potrai raggiungere le Grotte del Bue Marino, spettacolare ‘foresta’ di stalattiti e stalagmiti, un tempo habitat della foca monaca, scenario suggestivo del festival Cala Gonone Jazz. Dalla costa all’entroterra di Dorgali: tradizioni culturali ed enogastronomiche, attrazioni archeologiche, tra cui il museo con i reperti del villaggio-santuario nuragico di Serra Òrrios, artigianato (gioielli in filigrana e ceramiche) e monumenti di culto, ossia le chiese della Madonna d’Itria e di santa Caterina. Scoprirai un patrimonio naturale di ben 225 chilometri quadri col fiore all’occhiello del Supramonte, della valle del Cedrino e della valle di Lanaittu.