Un paradiso dai colori abbaglianti e dalla limpida purezza a pochi passi dal centro del paese. La Rena Bianca è la spiaggia cittadina di Santa Teresa Gallura, una cala lunga circa 700 metri, con fondale basso e sabbia soffice, sottile e (come dice il nome) bianchissima, che sul bagnasciuga assume riflessi rosa, grazie a minuscoli frammenti di corallo. La vedrai apparire dalla cima di un colle dove si apre la piazza principale del borgo costiero, e non vedrai l’ora di arrivare laggiù, in fondo a una discesa di 300 metri e a una scalinata, che percorrerai tutta d’un fiato.

La spiaggia è incastonata da falesie e profumata dalla macchia mediterranea. La penisola di Municca e l’isolotto di Municchedda la proteggono dal vento di ponente, il promontorio dove si erge la cinquecentesca Torre di Longosardo la riparata a levante. Le acque argentate e fresche ammaliano il visitatore assumendo mille tonalità dal blu al turchese, passando per il verde, e sono sempre limpidissime. La Rena Bianca si è aggiudicata più volte il riconoscimento ‘Bandiera Blu’ della Foundation for environmental education per qualità delle acque, coste immacolate e servizi che garantiscono al turista comfort e sicurezza. Amata dai diver, così come dai bambini, la spiaggia è accessibile a diversamente abili e ricca di servizi, ampio parcheggio e punti di ristoro. Stabilimenti balneari affittano patini e natanti, attrezzatura da relax e da esplorazione subacquea.

Nel territorio di Santa Teresa puoi ammirare tanti altri gioielli: a est del centro abitato, nell’estrema punta a nord dell’Isola, ci sono la pittoresca Cala Sanbuco, la suggestiva Cala Balcaccia e La Marmorata, ampia e attrezzata. Verso Palau, le piscine naturali di granito della Valle dell’Erica, la lunghissima Porto Liscia-Sciumara, patria del windsurf, e la pace incantevole della Conca Verde. A occidente c’è Capo Testa, penisola-promontorio unita alla terraferma da una lingua di sabbia che forma due spiagge, Rena di Ponente (o Taltana) e Rena di Levante. Sempre nel promontorio si assiste allo spettacolo della Valle della Luna e di Cala Grande. Vicino le calette rocciose di Santa Reparata e, lungo la litoranea per Castelsardo, l’accattivante Lu Pultiddolu, da cui giungerai sino alle dune di Rena Majore, nel territorio di Aglientu.