Un lembo di terra granitica, ricoperto da vegetazione mediterranea, si protende sul mare affacciandosi verso la parte meridionale della Costa Smeralda. Il suo nome, Capriccioli, in gallurese significa ‘caprette’, ossia una coppia di possenti e tondeggianti massi levigati dal mare che formano varie calette, situate a sud di Porto Cervo, nel territorio di Arzachena, a circa 15 chilometri dal centro abitato.

Le spiaggette di Capriccioli sono tutte di sabbia finissima e chiara con sfumature grigiastre che si immerge nel mare azzurro intenso, protette da rocce di granito giallo, rosa e rossastro e circondate da una folta macchia mediterranea: ginepri, lentischi, olivastri e pini marittimi, che contribuiscono al fascino selvaggio del luogo. Il lido a oriente è caratterizzato da fondali bassi e sabbiosi e riparato dal maestrale: è un luogo ideale per famiglie con bambini. Separato da blocchi granitici rosa, a ovest, si estende l’altro lato del litorale di Capriccioli formato da altre due spiagge. La prima è chiamata anche ‘del Pirata’. Qui un piccolo pontile in legno rende possibile l’attracco: infatti, potrai noleggiare gommoni, canoe e pedalò. Poco più avanti nell’estrema punta della penisola, si trova la seconda spiaggia, detta anche ‘delle Tartarughe’: un’oasi naturale frequentata dalle tartarughe marine nel periodo della deposizione delle uova, protette da un sistema dunale intatto e da un boschetto di ginepri.

Capriccioli, dotata di tutti i servizi è senza dubbio una delle cale più famose della Costa Smeralda: con la macchina fotografica o lo smartphone potrai fare affascinanti scatti alla costa e al panorama,​ arricchito dalle vicine isole di Soffi​ e delle Camere, entrambe di natura granitica e con meravigliosi paesaggi incontaminati. Di fronte alla spiaggia c’è anche l’isoletta di Mortorio,​ piccola oasi naturalistica che potrai raggiungere con una piccola imbarcazione partendo dal piccolo pontile sul lato destro della cala.