Abbracciata da un suggestivo paesaggio, posizionata in maniera ‘strategica’ per esplorare uno dei tratti costieri più affascinanti del Mediterraneo e ben collegata con porto e aeroporto di Olbia, Portisco è una meta ideale alle soglie della Costa Smeralda, adatta a tutte le tipologie di turisti e dotata di ogni comfort. Ville e residence, hotel e spiagge della rinomata località occupano la parte occidentale del golfo di Cugnana, insieme a un pittoresco e attrezzato porto turistico, la Marina di Portisco, insignito ininterrottamente a partire dal 2016 della Bandiera Blu come approdo turistico, grazie a limpidezza delle acque, tutela ambientale e qualità dei servizi.

Il limite opposto di Portisco è rappresentato da una lingua di roccia semiaffiorante che termina in prossimità dell’isolotto granitico omonimo, ricoperto di verde mediterraneo e impreziosito da calette deserte e selvagge. Tra il porto e l’isola si estende una striscia di sabbia bianca a grani fini, con un fondale basso e qualche scoglio. Ti sorprenderà il doppio colore del mare, turchese in prossimità della battigia e blu cobalto al largo. La spiaggia è perfetta per famiglie, grazie al dolce digradare del fondale e ai numerosi servizi presenti, parcheggio, punti ristoro, affitto attrezzature da spiaggia e natanti. Non solo, è anche un’attrazione per appassionati di immersioni e snorkeling, specie tra le insenature rocciose.

Lo scenario è magnifico: alla tua sinistra la scogliera e l’isolotto di Portisco, alla tua destra, oltre il porticciolo, il golfo di Cugnana e di fronte, sull’estremità opposta della baia, il ‘dirimpettaio’ di Portisco, ovvero Porto Rotondo. Dal porto andrai in barca alla scoperta delle spiagge smeraldine, delle isole di Mortorio e Soffi, con le loro calette e piscine naturali, e verso il parco dell’arcipelago della Maddalena, 60 tra isole e isolotti con spiagge incantate e protette.

Via terra, invece, lungo la provinciale 94 ‘panoramica’, varcherai il confine sud della Costa Smeralda e potrai ammirarne i gioielli: a partire da Rena Bianca, dal colore della sabbia, qui le scogliere incorniciano il mare color smeraldo, mentre la battigia si tinge di rosa per i piccoli granelli di quarzite. Proseguendo verso nord si susseguono Razza di Giunco, in cui l’arenile punteggiato di scogli di granito rosa si alterna con fiordi, isolotti e promontori, e Petra Ruja, ‘colorata’ da caratteristiche rocce rosse. La battigia rosa ritorna a Liscia Ruja, la più ampia spiaggia smeraldina, circondata dalla macchia mediterranea, seguita dalla baia di Cala di Volpe, una delle destinazioni più rinomate della ‘Costa’. Il suo paesaggio è fiabesco: davanti a mirti e ginepri, tra graniti affioranti, si apre il mare azzurro intenso.