Dove la natura scolpisce il granito. Cala Ghjlgolu (o Girgolu) si trova in località Vaccilleddi, alla base del promontorio di Monte Petrosu, nel territorio di Loiri Porto San Paolo: Risplende per turchese del mare, per chiarore della sabbia e, soprattutto, per la famosa roccia della Tartaruga - da cui il suo ‘secondo’ nome - attrazione dei visitatori, specie quelli più giovani.​ È uno degli scogli più fotografati non solo in Gallura ma in tutta la Sardegna,​ frutto dell’erosione millenaria degli agenti atmosferici. Anche altre rocce caratterizzano la cala: sono dette ‘tafonate’, erose dai cristalli di quarzo del granito che, sbriciolati, ruotano vorticosamente per effetto del vento.

La spiaggia è una meraviglia dalle continue sorprese: sabbia ocra alternata a sassolini levigati. Il fondale è basso e sabbioso, ideale per godere di un bel bagno in tranquillità e in sicurezza, anche per i bambini. Ci sono tutti i servizi: parcheggio, strutture per diversamente abili, campeggio, punto ristoro, noleggio ombrelloni, lettini, canoe, pedalò e gommoni. Alle spalle di Cala Ghjlgolu il paesaggio è arricchito da un piccolo stagno, habitat di varie specie di uccelli.

Lungo la costa vicina si alternano calette incantevoli e collegate tra loro, circondate da macchia mediterranea e roccia granitica chiara. Piccoli percorsi consentono di spostarsi da una all’altra con lo sfondo dell’area marina di Capo Coda Cavallo e dell’isola di Tavolara, che si erge come una montagna sul mare dai colori brillantissimi.

Nelle vicinanze, impossibile perdersi le spiagge di San Teodoro: la sottile e infinita lingua di sabbia dorata della Cinta,​ il litorale bianco e le acque tropicali di C​ala Brandinchi e della vicina Lu Impostu o ancora la splendida s’Isuledda e la spiaggia dell’Aldia Bianca.