Austis è immersa nelle montagne del Mandrolisai ed è caratterizzata da massicce rocce granitiche, scolpite dalla natura e dal tempo.
È un centro agropastorale risalente all'età nuragica, come testimoniano i diversi nuraghi disseminati nel territorio.
Austis è stato il primo paese in Sardegna ad avere un agriturismo che permette ai visitatori di gustare i prodotti tipici del luogo, come sa fregula stufada, piatto tipico a base di pasta di semola al forno.


Di grande interesse è la chiesa della Madonna dell'Assunta, che contiene una scultura monumentale contemporanea dell'austese Elio Sanna. Essa riproduce un crocifisso, formato da un unico pezzo di legno di pero selvatico.
La più importante festa religiosa si svolge la terza domenica di settembre, ed è dedicata a Sant'Antonio da Padova. La chiesa in suo onore si trova nella località di Basiloccu, e conserva all'interno un pregevole altare barocco.
Di grande impatto, infine, sono le due rocce di Sa Crabarissa, con sembianze femminili, e quella a forma di aquila, nella località Sa Conca de Su Cannizzu.