Carasau, il pane dei pastori

Carasau per itinerario

Carasau, il pane dei pastori

I segreti della "Carta da musica" tramandati dai tempi antichi
un lungo e coinvolgente rituale di preparazione

Da Dorgali a Gavoi passando per Oliena tra i profumi di antichi forni

Tempo di percorrenza stradale: 01h11
Percorso: 66 km

Consulta la mappa
 

Oliena

Il pane carasau è una delle peculiarità di Oliena, nella sua forma tipica di sfoglie croccanti si sposa con il gusto del vino Nepente, celebrato da Gabriele D’Annunzio , e con formaggio e insaccati prodotti in paese e in tutta la Barbagia. Una gustosa variante è guttiau (gocciolato), ottenuto con l’aggiunta di olio extravergine d’oliva e sale e cotto nel forno a legna. Ne risultano sfoglie fragranti che sprigionano il gusto di essenze arboree, prodotte dalla legna arsa nel forno.
Oliena veduta
Nel Nuorese, al centro della Sardegna, incastonato fra montagne e circondato da boschi e sorgenti, un paesino preserva essenza e fascino della...

Gavoi

Il carasau accompagna gli insaccati e le carni offerte nei banchetti allestiti a Gavoi ogni anno da macellerie e salumerie locali durante il festival letterario ‘Isola delle storie’, nel primo weekend di luglio, e da produttori e commercianti durante la tappa gavoese di Autunno in Barbagia, a metà ottobre.
Gavoi - Lago di Gusana
Le alture tutt’intorno lo proteggono, lago, corsi d’acqua e boschi lo abbracciano, Gavoi è un paese incantato della Barbagia di Ollolai, nel centro...

Dorgali

Anche a Dorgali il pane caratteristico è il carasau, al quale si aggiunge su moddizzosu, pane gonfio e rotondo con poca mollica dal colore dorato. La versione dorgalese si differenzia rispetto al resto della Sardegna per aggiunta di patate nell’impasto, che lo rendono particolarmente morbido e gustoso.

Mappa dell'itinerario