Contemplare al tramonto l’imponente roccia di Pan di Zucchero accresce la meraviglia della luce solare che, in tutte le tonalità del giallo e dell’arancio, si irradia dalla sagoma calcarea. ​Potrai raggiungere il monumento naturale simbolo di Masua, frazione costiera di Iglesias, in gommone o barca, ma non è impresa semplicissima. Mentre gli appassionati di climbing, ​ con attrezzatura e supporto di personale specializzato, possono scalare la cima, alta 133 metri. Dall’alto si dominano gli altri scogli vicini di s’Agusteri ​e del Morto ​e la falesia​ di punta de Is Cicalas.​

L’isolotto di Pan di Zucchero, che deve il suo nome alla somiglianza con il P​ão de Açúcar​di di Rio de Janeiro, è caratterizzato da un colore chiaro e dalla superficie a gradini piatti. All’interno è traforato da due grandi archi che creano fenomeni carsici con gallerie, una delle quali potrai attraversare su piccole imbarcazioni. Di fronte vedrai la falesia di Porto Flavia, dove si apre il tunnel di una suggestiva miniera del Novecento scolpita nella scogliera. Da qui i minerali venivano direttamente caricati sulle navi mercantili. Ai piedi della miniera ecco la grotta del Soffione, ​così chiamata per l’effetto generato dalle onde del mare che si insinuano nella sua cavità e vengono ‘rimbalzate’ con grossi spruzzi.

Nella bellissima insenatura di Masua di fronte ai faraglioni, c’è una spiaggia ampia e dotata di tutti i servizi, anche per escursionismo in barca e trekking. Il suo fondo è sabbia mista a ghiaia e scogli sparsi, specie in prossimità del mare.