Anche se poco estesa, la spiaggia di Guidi offre uno spettacolo di rara bellezza per il colore chiaro della sabbia finissima, alternata a rocce scure e per le sue acque limpide. L'esplorazione del fondale, che alterna zone sabbiose a macchie di poseidonia, si presenta variegato e multicolore e degrada dolcemente, permettendo l'avvistamento di vari tipi di pesci. La spiaggia dista solo qualche chilometro dal centro abitato di Carloforte, fondato agli inizi del 1700 da pescatori liguri trasferiti dall'isola di Tabarka, in Tunisia, e dalle altre spiagge che si susseguono nella costa occidentale.