La Galleria Comunale d'Arte di Cagliari si trova all'interno dei Giardini Pubblici nel quartiere di Castello.

La facciata neoclassica, fu realizzata nel 1828 su progetto di Carlo Boyl di Putifigari mentre il blocco originario del fabbricato risale alla fine del diciottesimo secolo.

In origine sede della polveriera regia, alla fine degli anni Venti fu oggetto di una radicale ristrutturazione che coinvolse anche l'area dell'attuale terrapieno, ad opera dell'architetto cagliaritano Ubaldo Badas. Nel 1928 divenne galleria d'arte moderna.

Le raccolte patrimoniali si sono costituite in massima parte nel ventesimo secolo mediante donazioni, lasciti e acquisizioni. Oggi annoverano la più importante collezione di opere realizzate da artisti sardi, una prestigiosa e specifica raccolta, legata alle tendenze dell'arte fra gli anni Sessanta e Ottanta, una collezione di materiali etnografici della Sardegna, datati tra la fine del '700 e la prima metà del '900, una capillare e completa raccolta di stampe recentemente ampliatasi con la donazione Valle.

Dal 1999 la Galleria Comunale d'Arte, avendo acquisito la collezione Ingrao, custodisce inoltre le prestigiose opere del ventesimo secolo di questo generoso collezionista tra cui Balla, Boccioni, Depero, De Pisis, Morandi e Sironi.