Un borgo turistico a pochi minuti da splendide spiagge nato in seguito a un tragico evento. Cardedu è il Comune più giovane d’Ogliastra, un centro di meno di duemila abitanti che si affaccia sulla costa ogliastrina, il cui nucleo originario è composto da alcune famiglie di Gairo, che dopo una violenta alluvione di metà XX secolo, furono costrette ad abbandonare le case della Gairo Vecchia e a trasferirsi parte nella nuova Gairo e parte nella piana vicino al mare. Nell’area dove sorge il paese ci fu prima un insediamento sparso, detto ‘la borgata’, poi attorno ad esso, nel 1966 furono costruite le abitazioni per le famiglie gairesi e nacque il vero e proprio paese. Cardedu fu frazione di Gairo sino al 1984, anno dell’autonomia comunale. All’interno dell’abitato sono da segnalare la chiesa parrocchiale di san Paolo Apostolo, al cui interno c’è una Via Crucis, frutto del talento multiforme di Maria Lai. Il centro è di recente formazione, ma la popolazione ha un patrimonio culturale millenario, che affonda le proprie radici in Gairo Vecchio e si manifesta nel saper fare locale (coltelleria, cestineria ed enogastronomia), nelle tradizioni popolari e nelle celebrazioni religiose.

Nel suo territorio, abitato dalla preistoria, compaiono diversi siti archeologici. Al Neolitico sono da riportare le domus de Janas di monte Arista le domus de Janas di Cucuddadas e i menhir di Costa Iba. La fase maggiormente testimoniata è quella nuragica: quattro nuraghi, tra i quali nuraghe Perda ‘e pera, e un imponente pozzo sacro su Presoneddu, ancora integro.

Il territorio ha una conformazione molto varia: ampie pianure, dolci colline, rilievi montuosi, tra cui l’oasi naturalistica del monte Ferru, ed estesi litorali, in cui si alternano sabbia e rocce. La costa sabbiosa è lunga quasi cinque chilometri: nella Marina di Cardedu si susseguono, con un fondo di sabbia chiara abbastanza sottile mista a piccoli ciottoli, le spiagge di Foddini, di Tramalitza, di Museddu e di Perd’e Pera. Le acque sono trasparenti e limpidissime. Poi inizia un tratto roccioso e frastagliato di un chilometro, caratterizzato da colorazione rossastra tipica dell’Ogliastra e da bassa macchia mediterranea. All’estremo sud della costa di Cardedu c’è sa Spiaggetta, con ciottoli levigati di notevoli dimensioni.