Tra le strade panoramiche dell’Isola, la provinciale 71 merita una menzione speciale: è nota come ‘Costa del Sud’ e nei suoi 25 chilometri offre scenografie da film, alternando spiagge da cartolina a ruvide scogliere di granito e argilla, con un retroterra di macchia mediterranea. In questi paesaggi compare la spiaggia di Campionna, immersa in un tratto di costa definito a rias, per la rapida evoluzione del terreno da sabbioso a roccioso. L’arenile è incastonato tra due basse scogliere: resterai abbagliato dal candore della sabbia, bianchissima e fine, mentre l’acqua limpida mostra riflessi verdi e turchesi. Il fondale alterna sabbia, ghiaia e scogli, e attira appassionati di immersioni, snorkeling e pesca subacquea. La spiaggia non è mai affollata, grazie a posizione appartata e tratti selvaggi e incontaminati, pertanto è una meta ideale sia per relax e sport del mare. Il panorama, inoltre, è impreziosito dall’isolotto di Campionna di fronte al litorale, che dà nome alla spiaggia. Raggiungibile via mare, da lontano, ti sembrerà una curiosa piramide verde che emerge dalle acque.

Nel litorale di Teulada, gli amanti del mare hanno l’imbarazzo della scelta. Nelle classifiche delle più belle spiagge del Mediterraneo pubblicate da siti e riviste specializzare compare spesso Tuerredda, cinquecento metri di sabbia dorata lungo un’insenatura tra capo Malfatano e capo Spartivento, anche qui con uno scenografico isolotto a completare lo scenario. Altri paesaggi sono dominati dalle antiche torri spagnole di avvistamento: è il caso di Piscinnì, enclave costiera di Domus de Maria nel litorale di Teulada, ambita destinazione per surfisti e kite-surfer, ‘protetta’ alle spalle dallo stagno di Piscinnì. Una torre si staglia anche sul promontorio di capo Malfatano, circondato da calette e ai piedi del quale si estende anche la spiaggia omonima, dove nel trasparente fondale compaiono colorati ciottoli. Proseguendo più a ovest, sabbia bianca, acque trasparenti e turchesi e un isolotto ricoperto di verde si replicano a Porto Tramatzu, con la particolarità che il fondale è basso per decine di metri, perfetto per famiglie con bambini. Oltre capo Teulada l’incanto prende la forma delle bianche dune di is Arenas Biancas, parte meridionale della spiaggia di Porto Pino che ricade nel territorio di Teulada.

La costa talmente bella e accogliente è da sempre frequentate: potrai ammirare un tophet fenicio sull’isolotto di Tuerredda e il misterioso porto sommerso di Melqart a capo Malfatano. Verso l’entroterra potrai fare escursioni naturalistiche nella foresta di Gutturu Mannu e andare alla ricerca di testimonianze preistoriche: i dintorni di Teulada ospitano una ventina di nuraghi.