Forse un po’ meno glamour della sua ‘vicina’, ma ugualmente affascinante, anche perché gli ingredienti ci sono tutti: mare cristallino, sabbia e dune dorate, panorama mozzafiato e tutti i comfort. S’Acqua Durci è il prolungamento verso ovest della spiaggia di su Giudeu, e assieme formano il tratto di litorale più famoso di Chia, ‘perla’ costiera del territorio di Domus de Maria. Spesso l’arenile si trasforma in un set cinematografico o in una location per girare spot pubblicitari dal forte impatto scenografico. Il fondale è basso per diversi metri e sabbioso, perciò la spiaggia è adatta alla frequentazione di famiglie con bambini. È presente anche un punto di ristoro con possibilità di noleggiare ombrelloni, lettini e natanti. Soprattutto, ti affascineranno le tonalità cangianti del mare, dal turchese al verde smeraldo, dal quale spunta qualche scoglio.

Il panorama sul mare è dominato dall’isolotto di su Giudeu, uno scoglio alto 18 metri, raggiungibile a nuoto e, durante la bassa marea, anche ‘camminando sull’acqua’. Dal manto di sabbia fine e soffice della spiaggia si alzano dune, talvolta sormontate da cespugli e arbusti. Assieme a quelle di su Giudeu e alle ‘collinette’ sabbiose che caratterizzano la spiaggia ancora più orientale, detta non a caso Campana Dune, costituiscono la formazione dunale di Spartivento. A proposito di nomi, s’Acqua Durci, ovvero ‘l’acqua dolce’, è un riferimento al sistema formato da due stagni, tra loro collegati, che si estendono alle spalle delle due spiagge. Il più grande, Stangioni de su sali, occupa lo spazio retrostante la spiaggia di su Giudeu, mentre troverai il secondo – noto come ‘stagnetto di Stangioni de su Sali’ -, appena dietro l’arenile di s’Acqua Durci. Il complesso è abitato da varie specie avifaunistiche, che attirano appassionati birdwatcher: potrai ammirare airone rosso, cavaliere d’Italia, falco di palude, fenicottero rosa e gabbiano corso.

S’Acqua Durci è la penultima spiaggia di Chia lungo la direttrice est-ovest: un promontorio ricoperto di vegetazione la separa dalla piccola baia dove si estende Cala Cipolla. È un arco di sabbia dorata incastonato tra scogliere di granito rosa che si prolungano fino in mare, quasi a formare una piscina naturale. Anche qui troverai fondale basso e trasparente, ideale per esplorazioni con maschera e boccaglio. A est, invece, oltre su Giudeu e Campana Dune, ecco le altre spiagge di Chia: Cala del Morto, intima e riparata e anch’essa colorata da graniti rosati; Monte Cogoni, apprezzata meta per gli sport acquatici; sa Colonia, distesa di sabbia candida a ridosso delle testimonianze fenicio-puniche dell’antica città di Bithia, e su Portu, ‘sorvegliata’ dall'alto dalla torre di Chia, risalente al XVI secolo, e dalla quale potrai raggiungere l’isolotto su Cardulinu, dove si trovano le tracce di un tempio punico e di un tophet fenicio.