Comunemente chiamato Sa Reggia, comprende un nuraghe complesso, un villaggio circostante e un possente antemurale (superficie di 450 mq). Il nuraghe è costituito da un mastio e da un bastione di quattro torri secondarie con all'interno un cortile. La torre centrale (diam. m 14) è edificata con blocchi di basalto poligonali nella parte inferiore e ben lavorati in quella superiore. Vi si accede attraverso un ingresso - orientato ad E e a luce rettangolare – che immette in un andito (lungh. m 4). sulla parete s. di questo si apre l'ingresso al vano-scala che con sviluppo elicoidale conduceva ai piani superiori. Questo vano può essere percorso oggi soltanto nel tratto iniziale (lungh. m 2,50). La camera appare ricolma di terra e di massi crollati dalle strutture superiori. Il mastio si affaccia sul cortile di disimpegno - a pianta quasi semicircolare (m 6) - al quale si accedeva tramite un ingresso a S. Sul cortile si aprivano gli ingressi dei corridoi che immettevano nelle quattro torri secondarie: una torre risulta oggi quasi completamente crollata. una seconda conserva solo in parte le pareti della camera, dove si apriva una nicchia. altre due torri risultano oggi inaccessibili. Intorno al bastione, per un'ampia superficie, si estende il villaggio: tra la fitta vegetazione arbustiva è possibile ora individuare con chiarezza soltanto due capanne a pianta circolare (perimetro di m 9) realizzate con filari di blocchi poligonali di basalto. L'elemento che tuttavia caratterizza e rende unico questo monumento è l'antemurale. La struttura muraria difensiva – che si può seguire oggi per un tratto lungo m 60 (alt. m 3)- è priva di torri e conserva, eccezionalmente, il "cammino di ronda" (largh. m 1,40).