La s​abbia candida e granulosa, ​gli s​cogli ricchi di vita dominati da una torre e le rovine di civiltà antiche la rendono una meta particolare e inconfondibile. La spiaggia di Nora è una delle più famose di Pula grazie allo scenario delle vicine rovine romane. La baia è delimitata da una scogliera e dal promontorio con la splendida torre del Coltellazzo, perciò riparata dai venti. Nei giorni di forte maestrale, la spiaggia è perfetta per godersi il sole e fare il bagno in un’acqua limpidissima, con fondale basso, ideale per i bambini. Le varie sfumature di azzurro del mare invitano a piacevoli nuotate, immersioni e pesca subacquea. È accessibile a diversamente abili e confortevole grazie ad ampio parcheggio, servizi e punti di ristoro.

La spiaggia ha un altissimo valore storico: si trova in prossimità del parco archeologico di Nora. La città antica, fondata dai fenici fra il IX e l’VIII secolo a.C. Le testimonianze fenicio-puniche sono state in gran parte coperte da quelle di età romana. L’area si trova ai piedi di Capo Pula, ​antico porto, separato dalla terraferma da un istmo, approdo sicuro con qualunque vento. Sulla spiaggia si erge anche la chiesetta di sant’Efisio, secondo tradizione, luogo di martirio del santo. Qua, il 3 maggio di ogni anno passa la processione in suo onore, uno dei momenti più intensi della quattro giorni della Festa di sant’Efisio. Alle spalle della baia, non puoi perdere la laguna durante il tramonto. Mentre passeggiando attraverso i viali alberati​ arriverai sino alle piazze di Pula e alla sua movida​.

Vicino altre attrazioni costiere: a est di Nora c’è la spiaggia de su Guventeddu, molto apprezzata da kite e wind surfisti. A ovest quasi dieci chilometri delle splendide insenature di Santa Margherita, distese di sabbia fina e acqua limpida, inframmezzate da piccoli promontori: Cala Marina, Cala Bernardini, cale più piccole e isolate e le spiagge dei tanti resort che si affacciano su un mare paradisiaco.