La puoi ammirare come un autentico capolavoro della natura dalle vicine spiaggia del Cavaliere e Cala di Roto, accompagnato dalle guide del parco nazionale dell’arcipelago della Maddalena. La sua vista regala emozioni indimenticabili. La spiaggia Rosa dell’isola di Budelli, una delle più belle al mondo, deve il nome al colore della sabbia, ricca di piccolissimi frammenti di corallo, granito, conchiglie e gusci di molluschi. La spettacolare colorazione si deve a un microrganismo di colore rosa che ‘abita’ le praterie di posidonia e vive dentro le conchiglie. Quando muore, i gusci vengono trascinati a riva, sminuzzandosi per l’azione di acqua e vento. Nel XX secolo ancoraggi e agitazione irregolare del mare hanno arretrato la posidonia e modificato la composizione sabbiosa. A partire dal 1998, l’introduzione di norme di salvaguardia integrale della spiaggia, chiusa a sbarco (anche per evitare saccheggi), balneazione e ancoraggio di barche, le hanno consentito di riprendere in pieno la colorazione. Ti troverai di fronte ad acque limpide che si infrangono su una battigia rossiccia e, alle spalle, la vegetazione mediterranea regala colori e profumi da paradiso terrestre, reso celebre dal genio di Michelangelo Antonioni, che nel 1964 ci ambientò parti del famoso film ‘Deserto rosso’.

Budelli, oasi dalla natura selvaggia, è di proprietà privata da prima dell’istituzione del parco nazionale, cui è stata assegnata definitivamente nel maggio 2016, dopo il fallito tentativo di acquisto di un magnate neozelandese. Si trova poco a sud di Razzoli e Santa Maria, le due isole dell’arcipelago più vicine alle Bocche di Bonifacio. Ha uno sviluppo costiero di 12 chilometri e un territorio incontaminato di 25 ettari, abitato da una sola persona: il custode. Dal monte Budello (87 metri) la visuale è mozzafiato: scogliere granitiche che nascondono calette di sabbia fine e mare blu intenso. Tutto l’arcipelago offre luoghi da sogno: Cala Coticcio a Caprera, i forti di Santo Stefano, Cala Corsara a Spargi, le spiagge di sabbia dorata e fine della Maddalena, solo per citarne alcuni. I fondali, ‘santuario dei cetacei’, ospitano delfini, capodogli e balenottere e sono paradisi del diving. In particolare tra Budelli e Spargi, c’è la ‘secca’ di Washington, fatta di blocchi granitici colorati dal rosso delle gorgonie.