Anche da lontano, si mostra in tutta la sua bellezza con colori sensazionali. Budelli è uno dei gioielli più splendenti dell’arcipelago della Maddalena, famosa per le sue acque turchesi e per la spiaggia Rosa, tra le più belle del Mediterraneo, la cui colorazione deriva dallo sbriciolamento della miniacinia miniacea, un microrganismo rosa che vive nella posidonia all’interno di gusci e conchiglie, trasportato a riva dalle correnti. A Cala Roto, dove sorge la spiaggia, nel 1964, Michelangelo Antonioni girò la scena della favola della bambina in ‘Deserto Rosso’, immortalando la natura del luogo in tutta la sua spontaneità.

Da sempre di proprietà privata, Budelli è passata definitivamente al parco nazionale a maggio 2016. Oggi, tutelata da vincoli paesaggistici e ambientali, la potrai ammirare come un autentico capolavoro della natura a distanza, accompagnato dalle guide del parco, senza ancorarsi, né fare il bagno né tanto meno calpestarne l’arenile. Seppure a distanza, l’isola emana tutto il suo fascino. Insieme a Razzoli e Santa Maria e alla vicina Spargi, costituisce la parte più selvaggia dell’arcipelago. Ha uno sviluppo costiero di 12 chilometri e un territorio di 25 ettari, abitato soltanto dal custode. Dalla sua ‘cima’ Monte Budello (87 metri) la visuale è mozzafiato: scogliere granitiche e folta vegetazione nascondono calette di sabbia finissima e mare blu, tra le quali a nord-est la spiaggia del Cavaliere. È una meravigliosa baia di sabbia chiara e impalpabile, abbracciata da rocce color oro e rosa, ricoperte da profumata macchia mediterranea. Il mare che ne lambisce la riva è di un celeste ineguagliabile, quasi irreale. Non a caso, è denominata anche ‘porto (o manto) della Madonna’. Dietro la spiaggia affiora uno stagno popolato da garzette, aironi, folaghe e germani reali. Anche ‘i Cavalieri’ sono sotto tutela: alle barche è vietato transitare vicino, ma potrai sostare a distanza in zone delimitate.

Per raggiungere Budelli potrai rivolgerti a visite guidate e noleggio imbarcazioni che partono dalla Costa Smeralda, La Maddalena, Palau e Santa Teresa Gallura. Tutto l’arcipelago, noto come ‘santuario dei cetacei’, offre fondali ideali per il diving: tra Budelli e Spargi, da non perdere la ‘secca’ di Washington.