Una duna alta dieci metri, che sembra un candido e soffice monte, dal cui versante sinistro la distesa di sabbia degrada dolcemente sino a immergersi nel mare cristallino dalle tonalità tra azzurro e verde smeraldo. È il paesaggio che ti attende nella spiaggia Monti d’Arena, nella parte settentrionale dell’isola della Maddalena, racchiusa fra le punte Abbatoggia e Marginetto, poco prima di arrivare al villaggio turistico di Punta Cannone.

Il nome deriva, appunto, dal caratteristico ‘monte’ di sabbia chiara e fine circondata da una fitta macchia mediterranea. Il fondale è basso e sabbioso e affiorano qua e là piccoli scogli di granito, il vero protagonista della zona. Sgretolato in piccoli granelli e modellato dal maestrale, forma i grandi depositi di sabbia che rendono unica Monti d’Arena.

La spiaggia è caratterizza anche da un piccolo stagno alle sue spalle, dove vivono specie animali tipiche delle aree mediterranee. Inoltre, è dotata di punto di ristoro, ampio parcheggio e collegamenti autobus. Potrai noleggiare pedalò e imbarcazioni. Grazie al vento costante, è meta apprezzata dagli amanti del windsurf..

Nelle vicinanze, nella parte nord della Maddalena, non perdere occasione per goderti altre due spiagge con caratteristiche simili, Bassa Trinita e Cala Lunga, fatte di rocce modellate dal vento e soffici dune. Tutto il perimetro costiero dell’isola ti affascinerà con scogliere, insenature e calette. Nel versante opposto, a sud-ovest, troverai i colori scintillanti di Punta Tegge. E risalendo lungo la costa occidentale le baie nascoste di Cala Francese. A oriente, poco oltre l’istmo che collega La Maddalena a Caprera, dove le attrazioni naturalistiche e culturali sono molteplici, troverai l’incantevole scenario di Spalmatore. Dalla Maddalena, inoltre, potrai partire alla scoperta delle altre isole del parco nazionale: Santo Stefano, Budelli, Razzoli, Santa Maria e Spargi.