Un paesaggio alpino con cime selvagge, profonde gole e pareti scoscese. Il Monte Linas è costituito da graniti risalenti a circa 300 milioni di anni fa, una delle più antiche terre emerse d’Europa. Si erge ai margini orientali di Iglesiente e valle del Cixerri e confina coi monti Arcuentu, a nord, e Marganai, a sud, al quale è collegato dall’altopiano di Oridda. Occupa quasi mille chilometri quadrati all’interno del territori di ben nove comuni del Medio Campidano.

Tra i picchi di granito rosa e grigio, verdeggiano quasi ottomila ettari di boschi, in gran parte lecceti. Profumano l’aria cespugli di timo ed elicriso, che spuntano tra arbusti mediterranei, come corbezzolo, erica e fillirea. A quote più basse appaiono lentischi, ginestre, olivastri e, in prossimità di corsi d’acqua, oleandri e salici. La rigogliosa vegetazione ospita esemplari di cervo sardo, oltre a cinghiali, donnole, martore e volpi. Alzando gli occhi, potrai sorprendere il volo di aquila reale, falco pellegrino e sparviero, che nidificano nelle guglie più alte, e i bellissimi colori di poiana, ghiandaia e upupa.

Una rete di sentieri si addentra nei boschi: potrai fare escursioni a piedi, in mountain bike e a cavallo. Il complesso è solcato da gole e canaloni percorsi da torrenti, che, scendendo a valle, originano spettacolari cascate: rimarrai affascinato da sa Spendula, da Piscina Irgas e da Muru Mannu, che precipita da oltre 70 metri, la cascata più alta in Sardegna. Il paesaggio montuoso si trova in una zona metallifera, ampiamente sfruttata. Attorno sono disseminati resti di impianti minerari: Montevecchio, Ingurtosu e Perd’e Pibera, dove sorge un parco. Da qui, seguendo i sentieri segnati, arriverai sino alla punta più alta: Perda de sa Mesa (1236 metri). Sulla vetta godrai di panorami mozzafiato. Un parco intitolato allo scrittore Giuseppe Dessì occupa la parte più occidentale del Linas, mentre nelle aree calcaree, verso il Marganai, scorrono fiumi sotterranei che nel tempo hanno creato lunghe cavità nel sottosuolo, tra cui l’imperdibile e bellissima grotta di San Giovanni.