È una delle zone verdi più ricche e affascinanti del sud dell’Isola, da visitare seguendo percorsi suggestivi. La foresta demaniale del Marganai, nel Sulcis, occupa 3650 ettari del territorio di Domusnovas, Fluminimaggiore e Iglesias e fa parte del parco che riunisce anche monte Linas e Montimannu. Nonostante l’intensivo sfruttamento umano ha mantenuto intatta la sua bellezza paesaggistica.

Il massiccio montuoso, fatto di rocce calcaree e scistose tra le più antiche in Italia, ha cime tormentate, che vanno da duecento a mille metri, ricoperte da rigogliosi boschi di lecci, originari, e pini, piantati con il rimboschimento. Accanto una fitta macchia mediterranea: olivastro, lentischio e corbezzolo. Tra il verde degli alberi e lo scroscio dei ruscelli - Sarmentus, sa Duchessa e Oridda - che scorrono a fianco ai sentieri, noterai specie quali cinghiale, gatto selvatico, lepre e volpe. In alcune aree sono stati reintrodotti cervo sardo e muflone. La foresta, inoltre, è sorvolata da falco pellegrino e, più di rado, dall’aquila reale. D’estate, si trasforma in un’oasi rinfrescante in cui potrai trascorrere giornate rilassanti passeggiando all’ombra, ammirando i panorami delle valli su cui la foresta si adagia oppure avventurandoti in escursioni organizzate di trekking o a cavallo.

Tra le attrazioni imperdibili del Marganai, ci sono il giardino botanico Linasia, che presenta l’immenso patrimonio floristico della foresta, e la grotta di san Giovanni, una delle più lunghe gallerie naturali d’Europa. È un grandioso monumento, unico esempio in Italia di cavità attraversata da una strada carrozzabile, parallela al rio Sa Duchessa, sotto un’alta parete calcarea dove sono stati rinvenuti numerosi resti archeologici. Nel 2010 è stato realizzato anche il Giardino delle farfalle, un affascinante viaggio nel mondo dei lepidotteri, molto suggestivo per appassionati e famiglie con bambini.