Ti apparirà alla vista come una pietra luccicante: le sue acque brillanti sembrano incastonate tra le montagne, che creano, insieme a rocce affioranti, spettacolari contrasti di luci e ombre. Il lago del Medio Flumendosa è formato dal fiume omonimo che attraversa la parte centro-meridionale della Sardegna per 127 chilometri. Il corso d’acqua è sbarrato con due dighe. La prima è nella gola di Bau Muggeris, a 800 metri d’altezza, e forma un bacino lungo sei chilometri e largo uno e mezzo. La seconda diga, realizzata nel 1952 per produrre energia e irrigare il Campidano, si trova a 268 metri d’altezza, e forma, appunto, il bellissimo ed esteso lago Flumendosa, lungo 17 chilometri e largo circa 500 metri all’interno dei territori del Sarcidano e della Barbagia di Seulo.

Lo specchio d’acqua di un blu purissimo è meta per suggestive escursioni in battello: vivrai un’esperienza indimenticabile su imbarcazioni in stile Mississipi, con ruote a pala e un ponte superiore dal quale ammirare il paesaggio. Oltre all’escursione romantica (o familiare), potrai sperimentare attività all’aria aperta come canoa, pesca sportiva e wakeboarding. Il punto di imbarco si trova vicino alla fermata del Trenino Verde che, assieme al battello, è l’unico mezzo per esplorare questa zona selvaggia della Sardegna.

Nella ‘terra dei laghi’ - Flumendosa e Mulargia, collegati da una galleria, e Is Barrocus - la natura si rivela con panorami inaspettati e suggestivi da scoprire in percorsi trekking, archeologici ed enogastronomici. Si parte dai laghi, attraverso montagne e colline, foreste e cascate, grotte e gole, fino alle falesie di Isili, note per le pareti da arrampicata: il paesaggio varia e le attività da svolgere si moltiplicano. Incontrerai monumenti naturali come quello, unico nel suo genere, de su Stampu de su Turrunu - un triplice fenomeno carsico, inghiottitoio, grotta, risorgiva carsica con cascata e laghetto - e come le cascate e le grotte di Sadali. Tra le testimonianze archeologiche, imperdibili le statue-menhir di Goni e Nurallao e le architetture nuragiche di Is Paras (Isili) e Nuraghe Arrubiu (Orroli). Ogni località rivela la sua sapienza antica, che si ritrova nei prodotti locali: pani e formaggi, oli e vini, bontà delle carni e deliziosi dolci.