Pensi all’Ogliastra e ti vengono in mente le tradizioni, la longevità, i sapori dei prodotti tipici, il gusto della sua cucina, e forse più di ogni altra cosa gli scenari naturalistici mozzafiato. Ai confini con le Barbagie, nel territorio di Villagrande Strisaili, un bosco di querce custodisce una delle sue gemme: le piscine naturali di Bau Mela. Ammirerai un’oasi dove la corrente dell’omonimo corso d’acqua ha scavato e modellato il granito, attraverso due cascatelle in rapida successione genera un'affascinante serie di salti e laghetti. La prima cascata, più imponente, crea la piscina maggiore, mentre la seconda si suddivide in altre piscinette ugualmente raggiungibili, dove potersi immergere nell'acqua cristallina circondati dalle possenti pareti granitiche. Il panorama che osserverai durante il percorso per raggiungere il capolavoro naturale non è meno magico: rigogliosa macchia mediterranea, ginepri secolari e distese di asfodeli ti accompagneranno in un viaggio in paesaggi selvaggi e incontaminati.

L'importanza di questa risorsa idrica è data anche dalla presenza di una diga e di una centrale idroelettrica, visibili durante il tragitto, che fanno parte di un sistema di gestione delle acque del territorio che prende il nome di impianto dell’alto Flumendosa e comprende anche le vicine dighe di Bau Mandara e di Bau Muggeris.

Nei dintorni, inoltre, troverai altri luoghi da esplorare: un suggestivo percorso – corredato da tavoli per sosta e pic-nic – porta alla la maestosa cascata di Sothai, che si riversa nel canyon Bau Vigo. Nel territorio della vicina frazione di Villanova Strisaili, a circa 700 metri di altezza, si trova la gola di Pirincanes, scavata dal Rio ‘e Forru dove l'acqua erodendo il granito rosa ha modellato una serie di vasche naturali, denominate 'marmitte dei giganti'.

Le bellezze naturali  non lasciarono insensibili neppure gli antenati ogliastrini, non a caso è una zona ricca di testimonianze archeologiche: il parco di santa Barbara ospita sette tombe di Giganti e una megalitica, 17 nuraghi e dieci villaggi nuragici. I dintorni di Villanova Strisaili offrono altri siti: di s'Arcu e is Forros, dove è possibile ammirare un tempio a megaron e due a pozzo, varie domus de Janas, il complesso di Troculu – con due nuraghi, villaggio e tomba di giganti – e l'area archeologica di sa Carcaredda.

Villagrande Strisaili è il paese dei centenari per eccellenza, custode di antiche tradizioni che si tramandano inalterate da secoli, riscontrabili nelle celebrazioni delle sagre, come la festa di san Sebastiano, nell'artigianato e nella cucina tradizionale.