In canoa e sup, pagaiando da isola a isola

Canoa al mattino

In canoa e sup, pagaiando da isola a isola

Le osservi dalle spiagge della Sardegna, sono piccole e disabitate, belle da conquistare
quanto vale una giornata da Robinson Crusoe?

Vista da terra inganna, sembra un piccolo scoglio, ma avvicinandosi la vedrai dispiegarsi verso il mare come un serpente e nascondere nelle sue anse scogliere scolpite dal vento, preziose spiagge di cristalli di quarzo, nelle rive acque risorgive e termali. C’è persino un nuraghe. È la selvaggia Mal di Ventre, un fantastico approdo, se il mare è clemente, dopo l’impegnativa attraversata dalle coste del Sinis.

Ci sono anche isole alla portata di tutte le pagaie, lontane solo un braccio di mare come l’isolotto dOgliastra e l’isola dei Cavoli che si raggiungono dalle spiagge di Santa Maria Navarrese e di Villasimius, sono così belle e accattivanti che aspetteresti qui il tramonto. Se sei allenato, considerale solo una sosta ai box prima di un altro viaggio verso isole vicine ma dal diverso allure, la scenografica sequenza rossa dei faraglioni di Cea e la riserva naturale dell’isola di Serpentara. E poi c’è il lungo filo di Arianna di scogli e isolette che costeggiano la Gallura, si srotola dal mare di San Teodoro al parco dellarcipelago della Maddalena facendo tappe intermedie in piccoli luoghi in mezzo al mare stregati da così tanta vergine bellezza.

Sono tutti isolotti disabitati sospesi nel verde e nel blu di cielo e mare da sogno, un concentrato di fascino primordiale lì ad arte per accogliere chi arriva pagaiando dall’Isola madre, qui lo smartphone serve per non dover affidare solo alla memoria la straniante sensazione di sentirsi per un giorno come Robison Crusoe, in mezzo al mare in un’isola disabitata.

Gemelle diverse nell'oasi di Villasimius

Cavoli è alta e rocciosa, vicinissima alla costa e molto frequentata, è la pausa all’ombra del faro e un tuffo sott’acqua per vedere e toccare la scultura della Madonna di Sciola, prima di tagliare il golfo per Serpentara. Lei è ai margini dell’area protetta, lunga e sinuosa, un suo lato è zona di tutela integrale, una casa sicura per aironi, gabbiani corsi e marangoni dal ciuffo. In acqua nuotano i delfini.
Isola di Serpentara - Villasimius
Piccola ma ricca di natura, di fronte alle coste del Sarrabus, nell’estrema parte sud-orientale della Sardegna, c’è un’isola dal bordo costiero con...

Donzelle in Gallura, alla mano e disponibili

Lasci le spiagge di San Teodoro e punti verso nord senza toccare riva. Prendi fiato negli isolotti vicini alla costa, sono piccoli frammenti in mezzo al mare di Gallura. Qui si ritrovano concentrati i tratti del carattere e i doni del suo ambiente naturale, la granitica da scalare, il ‘salotto buono’ da esibire, la selvaggia da esplorare, la romantica da Instragram point e la protetta, da visitare in punta di piedi.
Isola di Mortorio e dei Soffi - Arzachena
Insieme formano il piccolo e delizioso arcipelago della Costa Smeralda, noto per le sue piscine naturali e protetto dalla baia di Porto Rotondo e...

A guardia di Tavolara

Un pit stop senza uguali: spiaggette, rocce, animali selvatici. Attorno al loro perimetro c’è un mare vivace da esplorare, così ricco che fa strano pensare si trovi in un crocevia marino tra i più frequentati da barche di ogni tipo. Sei approdato nelle isole Piana e dei Cavalli, dove può capitarti di essere sorpreso dal volo di un’aquila reale che fa il nido a Tavolara. 'La montagna che spunta dal mare' ti aspetta in primavera e in autunno, quando sarà solo tua.
Isola Piana - Tavolara
Nella parte nord-orientale della Sardegna, il mare è protagonista con attrazioni immerse nei fondali e custodite dall’area protetta di Tavolara:...

Dove sorge il sol

Sarà un’aurora in mezzo al mare da ricordare, poco meno di un miglio dalla spiaggia di Santa Maria Navarrese e arrivi all’isolotto, con il sorgere del sole emergono lentamente dal buio, le Rocce Rosse di Arbatax, il faro sulla scogliera, le aree umide oltre gli arenili, il Supramonte di Baunei. È tempo di sciogliere le canoe e prendere il mare, prossima fermata i faraglioni rossi davanti alla spiaggia di Cea.
Isolotto d'Ogliastra
Un piccolo arcipelago di tre scogli di granito porfirico, tipico del mare ogliastrino, di cui uno maggiore e svettante davanti alla costa centro...

Dove tramonta il sol

Un nuraghe in parte franato sul mare testimonia che è stata frequentata già dalla preistoria, ora è un piccolo eden deserto di spiagge di quarzo e sorgenti di acque sulfuree, rocce scolpite dal maestrale e tartarughe che scorrazzano tra la macchia mediterranea, ma è anche una grande riserva di emozioni, scopri il suo mondo sotto il pelo del mare e aspetta a ovest gli interminabili tramonti sul mare.
Mal di Ventre - Cabras
Sulla costa centro-occidentale della Sardegna c’è un’isola disabitata e a protezione speciale, il nome non promette bene per via del mare spesso...