Guardandola dall’alto, noterai subito la sua curiosa forma a tre arcate: in realtà, più che una spiaggia unica è un gruppo di tre calette dal profilo a mezzaluna, separate tra loro da piatti scogli di granito. La sua fisionomia non è però l’unica caratteristica che rende affascinante Porto sa Ruxi: la spiaggia è immersa in uno scenario naturale selvaggio alle porte di Villasimius, incastonata tra scogliere e pareti rocciose. Alle spalle, dune di sabbia coperte da ginepri secolari, pini marittimi e profumati cespugli di mirto, che ammirerai percorrendo il sentiero di collegamento tra parcheggi e litorale. La sabbia è bianca e soffice, mentre il mare ti sorprenderà per la sua trasparenza e per le accese tonalità di azzurro e turchese. Il fondale basso e il riparo che le colline retrostanti offrono dal maestrale rendono la spiaggia adatta a famiglie e bambini. Inoltre, è una destinazione particolarmente apprezzata dagli appassionati di snorkeling e immersioni: le sue acque, comprese nell’area marina protetta di Capo Carbonara, sono ricche di fauna ittica, che popola soprattutto i dintorni degli scogli.

A Porto sa Ruxi sono presenti punti ristoro e servizi di noleggio attrezzature da spiaggia e natanti, oltre al parcheggio a poche decine di metri dall’arenile. Potrai raggiungerla seguendo la provinciale 17 in direzione Villasimius, dopo aver superato la borgata marinara di Solanas – che ricade nel territorio di Sinnai - e Capo Boi, prendendo l’uscita segnalata e percorrendo un breve tratto di strada sterrata. Il colore intenso del mare e il fascino delle scogliere circondate dalla macchia mediterranea ti si mostreranno già dalla litoranea, che più avanti – superato un piccolo borgo con lo stesso nome della spiaggia -, procede nuovamente lungo la linea di costa, permettendo l’accesso ad altre calette selvagge, tra cui Cala Piscareddus, duecento metri di sabbia chiara e scogli affioranti di fronte a un mare dai riflessi verde smeraldo.

Proseguendo in direzione est, ecco disporsi in successione i ‘gioielli’ del litorale di Villasimius: Campus, vicino alla foce di un piccolo fiume, è un’ampia distesa di sabbia bianca e soffice. Poi la spiaggia di Campulongu, circondata da una fitta vegetazione; segue, adiacente al porto turistico, la spiaggia del Riso, con i suoi caratteristici ‘chicchi’ di sabbia quarzosa. Oltre il promontorio di Capo Carbonara, le mete imperdibili si chiamano Porto Giunco, Cala Caterina, Simius e Punta Molentis.