Nuraghes, torri di luce

torralba_ss_nuraghe_santu_ant

Nuraghes, torri di luce

La Sardegna senza nuraghi sarebbe come Manhattan senza grattacieli, un'altra isola
approdano nell'isola senza nome e la segnano, per sempre

Osservavano il mondo attorno a loro, il mare, il cielo, la terra, e pensavano. Poi iniziarono ad elevare misteriose torri sempre più complesse e ciclopiche che segnano in maniera originale e inconfondibile la Sardegna. I nostri antenati sono stati straordinari architetti della preistoria, hanno ideato e costruito migliaia e migliaia di nuraghi, unici al mondo. Alla luce ne abbiamo più di settemila e li trovi dappertutto, sono diversi uno dall'altro ma hanno tutti la stessa cifra stilistica. Occhieggiano su città e paesi oppure guardano il mare, i più appaiono all’improvviso nelle campagne, ma ovunque sorgano e qualunque sia stata la loro funzione, dimora del capo, fortezza, tempio, osservatorio astronomico, si percepisce attorno a loro un particolare magnetismo. I luoghi scelti per erigerli, dal più piccolo sino a vere e proprie regge, oltre che rispondere a esigenze pratiche dovevano avere una portata trascendentale. Non a caso i nuraghi si trovano nei pressi di altri monumenti megalitici di epoca precedente legati alla spiritualità, come domus de Janas, menhir e dolmen. Altri ancora dedicati al culto verranno costruiti vicino, pozzi sacri e tombe di Giganti. Sono luoghi speciali dove si cammina tra grandi pietre con spirito leggero, sarà naturale sentire l'emozione di trovarsi dentro una pagina di storia e di civiltà antica il cui simbolo originale è il nuraghe, considerato, non a caso, patrimonio di tutti.

Questo è un viaggio per l’Isola, attraverso alcune delle sue maestose regge nuragiche.

È la pop star tra le regge nuragiche ma anche patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Imponente e affascinante sorge alla base de sa Jara manna dall'età del Bronzo antico. Da allora sino alla fine dell’età del Ferro (XVI-VII secolo a.C.) qui si visse una grande stagione della civiltà nuragica
La reggia nuragica di Barumini
Sa domu de su Re è la casa del Re, “la più sofistica costruzione con pietra a secco del pianeta” come la definì Michael Hoskin. Le pietre ciclopiche della sua struttura sembrano crollarci addosso da un momento all’altro. Entrate tranquilli, sono lì da millenni.
Nuraghe Santu Antine - Torralba
Visto dall'alto è come un enorme trifoglio di pietra, tre torri di dimensioni e complessità stupefacenti. Camminando attorno alla sua possente struttura, solida e piatta, a triangolo equilatero, scorci prospettici ricordano la prua di una nave.
Nuraghe Losa, Abbasanta
Arrubiu come il colore rosso dei licheni che ricoprono le pietre. È un rarissimo esempio di nuraghe pentalobato, la torre centrale è circondata da un bastione con cinque torri, attorno a cui corre un antemurale con altre sette torri. A dir poco, maestoso
Nuraghe Arrubiu, cortile interno - Orroli
I nostri antenati, come moderni architetti, costruivano su progetti ragionati e organizzati, lo dimostra un modellino di nuraghe ritrovato all’interno del Palmavera. Oggi ne vedrai una copia, l’originale è conservato al museo Sanna di Sassari.
nuraghe Palmavera - parco di Porto Conte - Alghero
Dici Gallura e la mente va all'incanto delle sue spiagge, invece qui sono concentrate le più interessanti testimonianze della civiltà nuragica, e non può certo mancare la reggia che domina la valle del buon vino Capichera, a pochi chilometri dal glamour di Porto Cervo
La Prisgionia - Arzachena

Вам также может понравиться

Altri articoli che potrebbero interessarti
antica_torre_Cagli
Взгляд в прошлое
Domus de janas Ludurru - Budd
Познакомиться с культурой
Cittadella dei Musei - Cagliari
Взгляд в прошлое
Menhir - Pranu Muttedu,
Взгляд в прошлое