I borghi dello spirito

Veduta notturna di Luogosanto

I borghi dello spirito

Lasciati alle spalle colori, profumi e suoni del mare e immergiti in sette suggestivi centri legati a figure di santi e beati: sono le destinazioni di pellegrinaggio della Sardegna, oasi di ospitalità, silenzio e meditazione
meditazione, raccoglimento, ispirazione

Un invito al raccoglimento e alla contemplazione in luoghi ideali per una rigenerazione fisica e mentale, luoghi dove l’accoglienza è considerata sacra. Sette centri ‘vocati’ che emanano un profondo senso di spiritualità, intrisi di devozione religiosa, dove sono nate e vissute figure spirituali di rilievo. Ciascuno con proprie peculiarità naturalistiche e storico-culturali, meta di viaggiatori consapevoli di vivere esperienze intime che lasceranno un segno. Ogni borgo offre emozioni sempre diverse ma con denominatori comuni: paesaggi incantevoli, tradizioni secolari, capolavori artistici, monumenti archeologici, eccellenze artigianali e piatti tipici.

Il nome è di per se stesso evocativo. Luogosanto, fondato dai padri francescani, è centro di devozione per eccellenza. È un borgo abbarbicato sui rilievi granitici della Gallura più profonda, dove si respira fraterna spiritualità, celebre per il privilegio della porta santa, riconoscimento insignito dal Vaticano alla sua monumentale e austera basilica, all’interno della quale è custodita la statura della Regina di Gallura. Attorno al centro abitato, immersi nel verde mediterraneo, ben 22 suggestivi luoghi di contemplazione, chiesette campestri o eremi scolpiti nel granito: il più antico e visitato è l’Eremo di san Trano, luogo ideale per ritrovare se stessi.
Festa di li banderi - Nostra Signora di Luogosanto
Case di pietra, viuzze lastricate, cinque chiese in un chilometro quadrato, un parco dedicato a Grazia Deledda, una comunità straordinariamente devota. Galtellì è un originale borgo della Baronìa, un tempo sede di diocesi, meta di pellegrinaggio per il santissimo Crocefisso, custodito dentro la chiesa di santa Croce, al quale sono attribuiti miracoli risalenti al 1611. In suo onore si celebrano processioni e riti accompagnati da sos gozzos, antichi canti liturgici. Dentro il cimitero sorge l’ex cattedrale di san Pietro, che custodisce un ciclo di affreschi del XIII secolo con vicende di Vecchio e Nuovo Testamento. A sorvegliare dall’alto il paese si eleva il Tuttavista, sulla cui cima è issato un Cristo, anch’esso meta dei fedeli lungo un suggestivo cammino sulle pendici del monte.
Monte Tuttavista - Galtellì

加爾特裡這座中世紀風格小鎮位於Tuttavista金景山山腳下的石灰質高原上。 加爾特裡自古以來就是人類聚居區,遺留有大量的考古遺跡。 最知名的兩個地點包括Su Gardu撒丁石屋和Sa Ena 'e Thomes巨型墓地。
可以追溯到西元十三世紀的古羅馬風格San...

È una delle località turistiche più celebri del Nuorese e di tutta la Sardegna. Bellezze naturali ed eredità archeologiche fanno di Dorgali una meta turistica molto ambita e apprezzata. Non solo, il paese è anche rinomato centro culturale, legatissimo alle tradizioni della civiltà agropastorale di un tempo e a celebrazioni e riti sacri, nonché paese natale della beata suor Maria Gabriella Sagheddu. La ‘sorella’ è figura di riferimento del cattolicesimo, in quanto icona ecumenica internazionale e promotrice del dialogo interreligioso. La devozione per la beata convive magicamente in un territorio denso di attrazioni culturali e naturalistiche, specie attorno alla borgata sul mare di Cala Gonone: dalle grotte del Bue marino a Cala Luna.
Dorgali - ve
古诺海湾因为其四个组成部分Cala Ziu Martine小海湾, Cala Fuili小海湾, Cala Cartoe小海湾和Cala Luna小海湾而非常出名,对于爱好原生态旅游、远足冒险和浪漫小船之旅的人群来说具有很强的吸引力。
Dalla costa di Cala Gonone al cuore della Barbargia di Nuoro, per scoprire un paesino insolito, intriso di storia, cultura e spiritualità. È Orgosolo, il borgo dei murales, caratterizzato anche da eccellenze naturalistiche mozzafiato, come il canyon su Gorropu o la gola su Suercone. Qui, nel 1919, nacque la giovane martire beata Antonia Mesina, che a 16 anni difese fino alla morte la propria castità. Le sue spoglie sono custodite nella parrocchiale, intitolata al santissimo Salvatore. Dalla cripta la tomba della beata ricorda ai fedeli la caparbia resistenza alla malvagità dell’uomo, mentre dai muri affrescati delle case del borgo trasudano potenti messaggi universali di pace, fratellanza e lotta alle ingiustizie sociali.
Murales - Orgosolo
Il gioiello della Barbagia, al centro del Supramonte, rappresenta il cuore geografico Sardegna. Regno enogastronomico, è il vero il paradiso per...
Un suggestivo paese del Sarcidano, immerso tra verde e testimonianze preistoriche. Bandiera Arancione dal 2005, Laconi è da sempre centro legato ai padri francescani. La sua fama originaria risale a sant’Ignazio, figura di rilievo della Chiesa sarda, nonché primo santo isolano (XVIII secolo). La devozione nei suoi confronti attira qui migliaia di pellegrini ogni anno. Tra le viuzze si snoda un percorso di fede in dieci tappe, compresa casa natale del santo. È un cammino di rigenerazione spirituale, grazie ai messaggi di semplicità del santo, che seguì in tutto la regola francescana. L’immagine classica è di umile fraticello, curvo, assorto in preghiera, che non negava aiuto a nessuno. La visita prosegue nel Menhir museum e nel bel parco Aymerich, dove risiedono i resti di un antico castello.
Veduta di Laconi

拉科尼坐落在Sarcidano高原之上,靜謐的隱匿在蔥郁的植被和大量的溪流之中。 該地區擁有眾多的史前撒丁時期人類聚居遺跡,遺跡中還出土了大量的史前文物。

2005年拉科尼因其對遊客熱情的服務和款待、自然環境和歷史遺跡的保護、優質的住宿和餐飲場所而被義大利旅遊俱樂部...

Dal Sarcidano alla Marmilla: ecco Gesturi, centro di meditazione dove nacque il beato fra’ Nicola, attorno al quale persiste un alone di venerazione ‘prodigiosa’. Umile questuante, vissuto tra 1882 e 1958, è stato beatificato nel 1999 da Giovanni Paolo II. Tuttora è molto amato dai fedeli che ne riconoscono bontà e capacità taumaturgiche. Dalla sua modesta casa inizia un itinerario lungo vie strette e case campidanesi, antiche chiese e santuari campestri. Fa da sfondo al richiamo alla meditazione l’oasi della Giara (sa Jara manna): è un altopiano fermo nel tempo, un ‘museo naturale’ denso di specie botaniche e fauna caratteristica, dove l’uomo ha lasciato abbondanti tracce, tra cui il ‘padre di tutti i nuraghi’, il Bruncu Madugui.
Cavallini della giara - Gesturi
Un affascinante borgo sul mare. Sant’Antioco è oggi una rinomata località turistica, ma alle spalle ha vicende plurimillenarie, intrise di pathos e devozione. In origine era Sulki, florida colonia prima punica, poi romana. Qui, agli albori del Cristianesimo, visse e predicò Antioco, esule mauritano, vissuto tra fine I e inizio II secolo, perseguitato e martirizzato dall’imperatore Adriano perché professava il nuovo credo. Il luogo del martirio divenne meta dei primi pellegrini, molti dei quali vollero essere sepolti attorno alla sua tomba. Il cimitero catacombale è oggi ‘cuore’ della basilica di sant’Antioco, cattedrale della diocesi di Sulcis dal V secolo a inizio XIII. Il santo patrono dell’Isola è celebrato sin dal 1360: è la festa più antica dell’Isola, forse d’Europa.
shutterstock_138482807_isola_s.antioco_capo_sperone_andrzej_fryda.jpg_resize
圣.安提哥坐落在同名的小岛的Golfo di Palmas帕玛斯海湾附近,与撒丁岛的边缘地带相连接,自其建立以来久就一直是地中海区域一座繁荣的城市。城中可以找到一座港口和许多浪漫的街道。

主题