Rally Italia Sardegna, show nella terra dei grandi eventi

Seconda tappa Rally Italia Sardegna 2018

Rally Italia Sardegna, show nella terra dei grandi eventi

Dal 13 al 16 giugno l'Isola ospita per la sedicesima volta la tappa italiana del campionato mondiale di rally. Alghero confermata come base logistica, il percorso si snoda nel nord-ovest e nel centro-nord
un’edizione da record: oltre novanta equipaggi da 23 Paesi di tutto il mondo

Uno spettacolo in mondovisione. Il nord dell'Isola è di nuovo protagonista del World rally championship: a metà giugno va in scena il Rally Italia Sardegna 2019, ottava prova del campionato mondiale. Per il sesto anno consecutivo la base dell'evento è Alghero, 'porta' dell’Isola, grazie all’aeroporto di Fertilia, e capitale della Riviera del Corallo. Direzione di gara e quartier generale sono ospitati nel prestigioso Lu Qualté, mentre il parco assistenza è allestito tra banchine del porto, ramblas e piazzale della Pace. La città, nota come Barceloneta, conserva gli influssi della dominazione catalana, evocata da lingua e architettura cittadina: torri, bastioni, case, palazzi, chiese e viuzze strette del centro storico sono ideali per romantiche passeggiate. Nei 90 chilometri d litorale algherese, si alternano spiagge di sabbia dorata - Lido, Maria Pia, Le Bombarde e Mugoni – e le falesie di Capo Caccia, dove si aprono cavità affascinanti come le grotte di Nettuno. A pochi passi un altro spettacolo della natura: il parco di Porto Conte con distese di macchia mediterranea, boschi, la laguna del Calich ed eredità archeologiche.

Alghero, Rally Italia Sardegna 2018
Ogier-Ingrassia, Rally Italia Sardegna 2018
porto Alghero - Rally Italia Sardegna
protagonisti i pendii e gli sterrati dei territori del nord: Nurra, Coros, Logudoro, Anglona e Monte Acuto

È la sedicesima volta che si disputa il Rally Italia Sardegna, un’edizione da record: 94 equipaggi al via, in rappresentanza di 23 Paesi. L’evento va in onda in tv in tutto il mondo. Al via tutti i principali equipaggi del campionato del mondo, a bordo delle auto più competitive e performanti. Tra i nomi di spicco: Ogier, Tanak, Latvala, Neuville, Evans, Suninen e Sordo. In palio anche i titoli per le categorie minori e per il campionato italiano. Il percorso prevede 19 prove speciali suddivise in tre tappe, per complessivi 310 chilometri cronometrati. L’overture è uno spettacolo inedito: uno shakedown di quattro chilometri che prende avvio nella prima mattina di giovedì 13, dalla miniera di bauxite di Olmedo, centro della Nurra che custodisce tradizioni culturali, tra cui quella della panificazione artigianale, e vestigia del passato più remoto (domus de Janas, mura megalitiche e nuraghi) e medioevali, come la chiesa romanico-pisana di Nostra Signora di Talia. Il vero e proprio via alle prove iridate è nel pomeriggio (alle 17) con la ‘superspeciale’ di Ittiri Arena. Ittiri è un antico paese del territorio storico del Coros, a 28 chilometri da Alghero, noto per eccellenze artigianali e agricole - olio, vini e carciofi -, eventi folk e chiese medioevali. Il suo territorio è un parco archeologico a cielo aperto con testimonianze di ogni epoca.

auto in salto - Rally Italia Sardegna 2018
tappa Rally Italia Sardegna 2018
tappa Rally Italia Sardegna 2017
scenari suggestivi fanno da sfondo a uno degli spettacoli automobilistici più seguiti al mondo

La corsa prosegue la mattina di venerdì 14: quattro crono, ripetuti due volte, per un totale di 124 chilometri. La prima frazione è a Tula, grazioso borgo logudorese con panorama sul lago Coghinas. Attorno, vallate punteggiate di boschi. Case in pietra, portali in legno e vie strette caratterizzano il centro storico. Fuori dal paese si erge la chiesa romanica di Nostra Signora di Coros. Segue la‘speciale’ di Castelsardo, roccaforte medioevale a picco sul mare, sorta attorno al castello dei Doria, oggi è uno dei borghi più belli d’Italia e mantiene intatta la nobile posa di signoria fortificata. La terza prova è da Tergu a Osilo (14 chilometri). Il primo è un piccolo centro dell’Anglona, impreziosito dall’architettura romanica di Nostra Signora di Tergu, meta della processione del Lunissanti, evento per eccellenza della Settimana Santa di Castelsardo. Osilo è un caratteristico borgo dell’alto Logudoro, a 13 chilometri da Sassari, arrampicato a quasi 700 metri d’altezza e dominato dal castello dei Malaspina. Ha conservato tradizioni artigianali, è la patria del pecorino e della Corsa all’anello, e vanta un numero eccezionale di chiese: 36. Infine la frazione di Monte Baranta, a tre chilometri da Olmedo, dove sorge una delle più straordinarie fortificazioni preistoriche dell’Isola, su Casteddu: ammirerai un’imponente muraglia, lunga cento metri, a difesa di villaggio e area sacra, risalenti al 2500-2000 a.C.

Cala Flumini - Rally Italia Sardegna 2018
Neuville-Gilsoul, shakedown Rally Italia Sardegna 2018
Ogier vincitore Rally Italia Sardegna 2018
coste, rilievi granitici, foreste, eredità di ogni epoca: tutto il fascino della Sardegna più autentica

La tappa più lunga è in programma sabato 15: sei speciali per più di 140 chilometri complessivi. È previsto un doppio passaggio a Coiluna-Loelle e tra i monti di Alà dei Sardi e Monte Lerno, nel territorio di Pattada. Alà è un borgo di case e palazzotti in granito in cima a un altopiano alto quasi 700 metri, nella regione storica del Monte Acuto. Attorno un ‘mosaico’ composto da aspri rilievi con bizzarre sculture modellate dal vento, foreste, vertiginose vallate con ruscelli, laghetti, cascate e sterrati pianeggianti ideali per le prove speciali del mondiale. Dal borgo, scorgerai la maestosa sagoma di Tavolara e le montagne barbaricine. La vetta del territorio è lo scenografico Monte Lerno, ricoperto da una foresta di tremila ettari, che ospita il Rally Italia Sardegna sin dal 2004. L’edizione 2019 si conclude domenica 16 con 42 chilometri da percorrere in quattro prove speciali lungo la costa della Nurra, a Cala Flumini e nella power stage dell’Argentiera, accanto alla rovine dell’antica miniera d’argento sfruttata già da epoca romana. L’ultima crono va in onda in diretta televisiva mondiale: è il momento decisivo dell’appuntamento italiano del mondiale rally. Per tradizione, dopo le premiazioni, segue il tuffo di pilota e team vincenti nel porto di Alghero.