Nel cuore dell’Iglesiente sarai affascinato da paesaggi multiformi modellati dal tempo e dalla natura. Soprattutto da un’area di grande valore naturalistico detta Monte Linas-Oridda-Marganai, estesa per oltre 22 mila ettari e compresa nei territori di Domusnovas, Fluminimaggiore, Gonnosfanadiga, Iglesias e Villacidro. La zona è prevalentemente montuosa e morfologicamente varia: dal granitico monte Linas al massiccio calcareo del Marganai, passando per l’aspro altopiano di Oridda (alto 600 metri) che li separa e dove si estende la rigogliosa foresta di Montimannu. La punta più alta è Perda de sa Mesa (1236 metri). Nelle zone granitiche incontrerai profonde gole e spettacolari cascate, come quelle di sa Spendula, di riu Mannu e di Piscina Irgas. Qui sbocciano piante officinali (camomilla, belladonna, calendula) e altre specie endemiche. Lungo il rio Linas si troverai il corbezzolo gigante. Rigogliosi boschi di lecci coprono le zone più alte, popolati da cervi, cinghiali, daini, donnole, martore, mufloni, volpi e volatili rari come poiana, aquila reale, sparviero e grifone. Nelle aree calcaree del monte le infiltrazioni hanno creato fiumi sotterranei e suggestive grotte, come quella di san Giovanni a Domusnovas, che fora il monte Aqua. Per tutto il XX secolo era usata come galleria transitabile: lunga 800 metri, la potrai esplorare per ammirare stalattiti e stalagmiti millenarie. All’interno del parco naturalistico, le sugherete stanno nelle parti più basse, mentre la profumata macchia mediterranea cresce su rocce antichissime, che custodiscono i segni dell’attività mineraria che ha caratterizzato l’Iglesiente. Qui incontrerai villaggi e siti minerari dismessi, esempi dell’architettura industriale sarda: nell’altopiano di Oridda ci sono i ruderi di uno stabilimento minerario dell’Ottocento.

Una parte del monte Linas ospita il parco culturale Giuseppe Dessì: i paesaggi che ne fanno parte sono quelli esaltati dalla suggestione delle opere di uno dei massimi scrittori isolani. Per valorizzare e promuovere il patrimonio naturalistico del Marganai, invece, è stato realizzato il Giardino Linasia. Da Iglesias raggiungerai l’area del parco, attraverso una pista (all’ingresso della città) che porta alla vecchia cantoniera Marganai. Mentre dalla provinciale 126 Iglesias – Guspini, proseguendo verso la frazione di San Benedetto, prenderai una pista che conduce alle Case Marganai. All’interno del parco potrai fare lunghe escursioni a piedi o a cavallo, anche nel corso di camp estivi, con corsi di formazione ed educazione ambientale.