L’anima jazz&blues della Sardegna

Time in jazz - Paolo Fresu e Bombino

L’anima jazz&blues della Sardegna

Paesaggi naturali incantevoli diventano sale dall’acustica perfetta: nell’Isola l’estate 2019 è a tempo di musica
scenari open air insoliti ed esclusivi trasformati in palchi e arene

Cale granitiche modellate dal tempo, archi di sabbia simili ad anfiteatri, sale ricavate tra pareti di candide rocce calcaree o di porfido rosso, piazze di suggestivi borghi, santuari nuragici e, persino, grotte marine. Scorci naturali e luoghi che rievocano tempi ancestrali diventano palcoscenici e prendono vitalità sugli spartiti di celebri interpreti di tutto il mondo. Da giugno a settembre, vanno in scena in Sardegna concerti jazz, blues, soul, rock, pop e di musica leggera. Un mix di generi è Dromos festival, la cui 21esima edizione è in programma a Oristano, Cabras e altri dieci centri dell’Oristanese nella prima metà di agosto. Suggestive le location dei concerti, spiccano la chiesetta medioevale di san Giovanni di Sinis, il pozzo sacro sa Scaba e Cresia di Morgongiori e la distesa di lecci di Mitza Margiani a Villa Verde. A breve distanza, tra cave di arenaria, un altro inimitabile scenario di concerti estivi è il parco dei Suoni di Riola Sardo: l’acustica delle‘sale’ naturali sembra progettata appositamente per la musica. Ogni anno cantautori di fama internazionale le riempiono di suoni sotto il chiarore della luna.

Musica delle bocche - Valle della Luna
Time in jazz - concerto all'Agnata
Time in jazz - Concerto a Chiaramonti
vita e carattere della Sardegna sono perfettamente intonati coi ritmi del jazz

La Sardegna è la patria del jazz: da oltre trent’anni ospita rassegne di fama internazionale. Le loro sonorità s’intonano con ambiente, ritmi di vita e carattere dei sardi. E accendono l’estate. Ad aprire la stagione jazzistica 2019 è Bovale Jazz, che va in scena, tra metà giugno e fine luglio, a Terralba e alti centri oristanesi vicini, dove si coltiva il rinomato vitigno. È un percorso enogastronomico, musicale e artistico ‘giovane’ che si aggiunge ai decani del genere. Dal 1988 il Cala Gonone Jazz è appuntamento ‘classico’ di fine luglio, che abbina melodie e bellezze naturali. La 32esima edizione adotta la formula del festival diffuso tra anteprima a Cagliari (18 luglio) e concerti a Dorgali e nel suo borgo costiero di Cala Gonone. Al mattino, mini-crociera e perfomance musicale alle Grotte del Bue Marino, scenografico e sorprendente auditorium, nel pomeriggio il palco è l’Acquario di Cala Gonone, di sera il pubblico assiepa il lungomare Palmasera, centro di concerti, incontri e degustazioni sotto il cielo stellato.

Parco dei Suoni - Riola Sardo
Cala Gonone Jazz - concerto nelle Grotte del bue marino
Ai confini tra Sardegna e jazz - concerto tra chiesa e nuraghe - Sant'Anna Arresi
Time in Jazz è l’evento musicale dell’estate

L’Isola è stata sedotta dalle melodie dei jazzisti sardi. Uno su tutti: Paolo Fresu, nativo di Berchidda, patria di Time in jazz, giunto alla 32esima edizione. Ideato e diretto dal celebre trombettista, nel cuore di agosto, è l’evento clou dell’estate. Oltre che nel paese del vermentino, il programma si svolge in altri centri del nord Sardegna: entroterra e costa della Gallura e ancora Logudoro, Monte Acuto e Goceano. A fare da contorno ai concerti, oltre che piazze ed edifici dei centri storici, sono verde delle foreste e rocce granitiche del Limbara. Fresu è direttore artistico anche di un altro evento destinato a mietere grandi successi: JazzAlguer, che per quasi tutto l’anno (sino a inizio luglio) mette al centro della scena Alghero e la costa nord-occidentale, con scenari affascinanti: dal centro storico della cittadina catalana alle tenute vitivinicole. Da un’idea del trombettista è nato anche Nuoro Jazz, appuntamento che negli ultimi dieci giorni di agosto, presenta un prestigioso cartellone di concerti e seminari internazionali, da cui emergono nuovi talenti del genere.

Concerto sul monte Acuto - Time in jazz
Musiche sulle bocche - concerto in spiaggia
festival divenuti riferimenti per la scena internazionale

Il sassofono (e la regia) di Enzo Favata ha dato vita a un altro evento jazz molto amato: Musica sulle Bocche. L’edizione numero 19 si conferma a fine agosto ma con una rilevante novità. La sede è Castelsardo, un tempo roccaforte medioevale a picco sul mare, oggi uno dei borghi più belli d’Italia. Prende il posto degli scenari mozzafiato di Santa Teresa Gallura – tra cui spiaggia di Rena Bianca e Cala Grande-Valle della Luna, teatri, rispettivamente, dei celebri concerti dell’alba e del tramonto -, dove la manifestazione si è sempre svolta. La simbiosi tra musica e paesaggio, chiave del successo del festival, proseguirà quest’anno con una full immersion di tre giorni in uno scenario nuovo e sorprendentemente insolito. I ritmi di Antonello Salis sono all’origine di una kermesse storica in programma tra fine agosto e inizio settembre: Ai confini tra Sardegna e jazz, nella piccola realtà sulcitana di Sant’Anna Arresi, occupa un posto di rilievo nella scena internazionale. Lo spettacolo in piazza del nuraghe Arresi, compie 34 anni: il più longevo. Abbinerai musica, archeologia, natura - con la splendida spiaggia di Porto Pino -, prelibatezze e buon carignano.

Abbabula Koi gruppo - Monte d'Accoddi
Narcao blues 2016
Rocce Rosse - Arbatax
blues e jazz in primo piano, attorno rock, soul, pop e musica classica

Non solo jazz. Altri generi danno vita ad appuntamenti divenuti tradizionali. Dal 17 al 21 luglio ecco la 29esima edizione di Narcao Blues Festival. Ogni anno celebri artisti approdano nel piccolo centro del Sulcis per diffondere il ‘verbo’ di matrice afroamericana. A cavallo di Ferragosto è tempo di Red Valley Festival: quattro serate assortite di stili e artisti animano il suggestivo piazzale Rocce Rosse di Arbatax. L’evento è erede di Rocce Rosse Blues, rassegna che vanta nella memorabile edizione del 1997 la contemporanea presenza di David Bowie, Eric Clapton, BB King e James Brown. Non è finita qui. L’estate è punteggiata anche dalle date di Sarroch Music Expo. E gli appuntamenti in musica non mancano nelle altre stagioni. In primavera, in varie location di Cagliari, tra cui la basilica di santa Croce, risuonano gli Echi Lontani, concerti che fanno riscoprire il fascino della musica antica suonata con strumenti storici. Maggio è allietato a Sassari da Abbabula, festival a metà tra musica e letteratura, con appuntamenti in siti affascinanti, come lo ziqqurat prenuragico di monte dAccoddi. Sempre nel capoluogo del Capo di Sopra, inverno e primavera sono accompagnati dai Grandi Interpreti della Musica, mentre tutto l’anno a Cagliari va in scena la Stagione concertistica di musica classica.