Un’ampia distesa di sabbia grigio tenue, acque cristalline e morbide dune alle spalle, un panorama che non smetterai di contemplare, in assoluta tranquillità. Sa Rocca Tunda si estende ai piedi del promontorio di Capo Mannu, nella parte settentrionale del penisola del Sinis, accanto a un piccolo borgo di casette e stradine sterrate del territorio di San Vero Milis. La spiaggia, lunga circa un chilometro, rientra nell’'area marina protetta del Sinis, bagnata da un mare turchese che assume tinte più intense verso il largo. L’arenile è delimitato a sinistra dal promontorio di capo Mannu – davanti al quale spunta l’isolotto sa Tonnara - e a destra dalla scogliera di su Crastu Biancu, oltre la quale la tua vista spazierà lungo la costa nord dell’Oristanese sino alla ‘costa dei grifoni’, a Capo Marargiu. Sul lato opposto, dietro il promontorio, svetta un’altra propaggine rocciosa, dominata dai resti della torre di Capo Mannu, eretta in epoca spagnola (XVI secolo).

Un punto di ristoro rappresenta l’unico servizio di un luogo selvaggio e incontaminato. Sa Rocca Tunda è ideale, infatti, per chi cerca relax e pace lontano dal caos delle località di vacanza più affollate. Ampi spazi e fondale basso la rendono adatta alle famiglie con bambini. La trasparenza del mare attira anche gli amanti dello snorkeling, mentre il retrostante stagno di Sale Porcus, popolato da varie specie di uccelli – compresi i fenicotteri rosa -, invita a dedicarsi al birdwatching.

Attorno a Capo Mannu troverai numerose altre imperdibili spiagge, che ti faranno compiere un vero e proprio tour di bellezze paesaggistiche. Quasi in continuità con sa Rocca Tunda, verso la punta del promontorio, si trova su Pallosu, con la sua colonia di gatti. Sul versante opposto, una ‘barriera’ di arenaria si colloca in mare aperto a poche decine di metri da una spiaggia dorata, creando un paesaggio insolito: è Sa Mesa Longa, vera e propria piscina naturale con acque verdi smeraldo. A sud, davanti al borgo Mandriola, si estende il lungo arenile di Putzu Idu, con fondale bassissimo e acque azzurre, incredibilmente trasparenti. Una scenografica scogliera cinge s’Arena Scoada, dove spiccano scogli affioranti levigati dalle onde, sabbia mista a cristalli di quarzo e riflessi verde-azzurro del mare. Poco prima del tramonto, potrai fare una sosta vicino al faro di Capo Mannu, ai piedi di un’altra torre spagnola, Turr’e sa Mora, per ammirare un indimenticabile gioco di colori con vista sull’isola di Mal di Ventre.