Un evento atteso tutto l’anno: il fascino di Oristano si sprigiona in occasione della giostra equestre de sa Sartiglia, emblema delle tradizioni cittadine: la domenica e il martedì grasso di Carnevale richiama visitatori da ogni parte del mondo. I cerimoniali dell’evento rievocano il glorioso passato legato alle corporazioni. La storia della città rivive nella festa, insieme al gusto dei dolci alle mandorle e della vernaccia, vino tipico locale.

Oristano ha recitato un ruolo da protagonista nella storia della Sardegna: dall’XI secolo il centro città ha iniziato ad abbellirsi di palazzi, fortificazioni, torri ed edifici religiosi. In evidenza la maestosa torre di san Cristoforo - conosciuta anche come torre di Mariano - e il monumento della Giudicessa Eleonora (1881), promotrice della Carta de Logu, uno de primi codici di leggi scritte in Europa. Imperdibili anche il museo Antiquarium Arborense, all’interno del palazzo Parpaglia, dove ammirerai reperti provenienti dagli scavi di Tharros, e le chiese di san Francesco, in stile neoclassico, di santa Chiara, raro esempio di stile gotico nell’Isola, e la cattedrale di santa Maria Assunta (del 1130).

Dopo una giornata fra monumenti e pranzo a base di malloreddus alla salsiccia e, come dessert, mustazzolus, è ideale una passeggiata a Torregrande, la spiaggia oristanese per eccellenza. Mentre nei territori confinanti troverai le splendide spiagge dell’area marina della penisola del Sinis, con granuli di quarzo (Mari Ermi, Is Arutas e Maimoni) e di sabbia fine (san Giovanni), i promontori calcarei e le belle spiagge vicine a Putzu Idu e più a nord il suggestivo monumento naturale de s’Archittu.

Il territorio attorno a Oristano è caratterizzato da numerose lagune, tra cui quelle di Cabras e di Santa Giusta, habitat di numerose specie di volatili rari. Dalle zone umide arriva una delle risorse della zona: l’industria ittica, che insieme a quella dolciaria, a produzioni vitivinicole ed eccellenze artigiane della ceramica, del legno e del ferro battuto rappresentano, oltre che base dell’economia locale, anche attrazioni per i visitatori.