Di fronte alle falesie di Capo Caccia, l'isola Foradada è un frammento di costa separatosi dall'isola madre in tempi antichissimi. Prende il nome dal particolare cunicolo scavato dal mare che la attraversa, la Grotta dei Palombi. L'isola non presenta punti di approdo, è possibile arrivare solo in barca. Su questo scoglio isolato dalla terraferma si trova uno dei rarissimi casi di endemismo: la brassica insulare è infatti una pianta che cresce esclusivamente su Foradada. L'isola, insieme alla costa algherese da Punta delle Gessiere a Capo Galera, fa parte dell'Area Marina Protetta di Capo Caccia, tutelata per le sue particolarità paesaggistiche e naturalistiche. Qui nidifica, per esempio, il raro Falco della Regina e si può vedere qualche esemplare di cavallino della Giara.