L'area archeologica è su un rilievo al confine tra Barbagia e Ogliastra, vicino al Flumendosa tra graniti, porfidi e scisti. Costituito da un grande tempio "a megaron" e da altri edifici di culto e abitativi a breve distanza reca un nuraghe a pianta trilobata. Gli scavi hanno datato tra il Bronzo recente e finale e la prima età del Ferro, individuando due momenti costruttivi di cui il secondo seguito alla distruzione a causa di un incendio.