Da Cagliari alla conquista della Coppa America

Luna Rossa AC75 nel golfo degli Angeli con Cagliari sullo sfondo

Da Cagliari alla conquista della Coppa America

Dal 23 al 26 aprile la Sardegna ospita la prima tappa delle America’s Cup World Series, regate che mettono in gara i pretendenti al match finale della 36esima edizione del trofeo più antico e ambito del mondo
le regate dell’America’s Cup mai così vicine, al centro del Mediterraneo

Tutto ha origine quando il team Luna Rossa Prada Pirelli lancia per primo il guanto di sfida a Emirates Team New Zealand, detentore della Coppa America, diventando così il Challenger of Record della 36esima edizione del trofeo velico più antico e ambito. Al team italiano viene affidata l’organizzazione della tappa inaugurale dell’America's Cup World Series, primo step verso la conquista della coppa. E, come sede dell’evento, i nostri portacolori scelgono Cagliari, da anni loro quartier generale. “Qui come da nessun’altra parte” è la frase che circola nell’ambiente: organizzatori, skipper, equipaggi, media, gente che ha girato i mari di tutto il mondo è concorde nel definire il capoluogo isolano il luogo ideale per la vela. Come dare loro torto? Mare, clima e vento ottimali, infrastrutture all’avanguardia, accoglienza calorosa, passione coinvolgente: le regate nelle acque del golfo degli Angeli non possono che essere uno spettacolo.

La tappa sarda delle World Series è il primo di tre appuntamenti di avvicinamento alla Prada Cup, competizione che a inizio 2021 designerà, tra Luna Rossa, INEOS Team UK e gli statunitensi di NYYC American Magic, la barca sfidante di Emirates Team New Zealand nel match race di Auckland. Intanto, in attesa della sfida finale, i quattro equipaggi si danno appuntamento a Cagliari, che diventa per quattro giorni, dal 23 al 26 aprile, capitale della vela mondiale.

Le quattro barche partecipanti all'ACWS-Sardegna
la più antica sfida sportiva del mondo, dura da 170 anni

La sfida dell’America’s Cup, nata nel 1851, dura da 170 anni. Nel tempo leggendari timonieri e marinai si sono contesi da un continente all’altro il privilegio di custodire la coppa e di dettare le condizioni per la sfida successiva. A ogni edizione gare sempre più spettacolari ed emozionanti, spesso disputate dall’altra parte del mondo, ammirate via cavo nel cuore della notte, sognando campi di regata più vicini per seguirle con comodo e sentire dal vivo l’atmosfera che circonda la vecchia e, allo stesso tempo, hightech Coppa America. Ora tutto questo è realtà, una realtà così vicina da poterla vedere, toccare, respirare. Stavolta è la Sardegna, nel cuore del Mediterraneo, a ospitare migliaia di fan da tutti i continenti, il suo mare (e non solo) a essere ammirato in tv.

Le regate cagliaritane sono le prime e le più strategiche, svelano al mondo i rivoluzionari monoscafi foiling di 75 piedi (AC75). Il match race attende l’equipaggio che prima degli altri riuscirà a farli decollare e renderli più agili, a mantenere più a lungo l’assetto giusto, a scegliere la strategia premiante. Un’impresa, tecnologica e sportiva, cui assistere dal vivo, da molto vicino, in mare, in aree delimitate, dalle proprie barche o dai charter per il pubblico in partenza dal porto di Cagliari.

Molo Ichnusa - quartier generale Luna Rossa - Cagliari
Notturno del porto di via Roma - Cagliari
Nostra Signora di Bonaria - Cagliari
monoscafi supertecnologici capaci di superare i 50 nodi a pelo d’acqua

Lo scafo nero con bordature rosse plana un metro sopra l’acqua, sospeso nel vuoto. L’albero è alto 26 metri e mezzo, quasi tocca il cielo pennellato d’azzurro e da poche candide nuvole. Le vele si gonfiano spinte dal maestrale. Lasciato il molo Ichnusa, la ‘barca dei sogni’ si infila nello sky line che guarda verso il Poetto. È l’immagine nitida della nuova Luna Rossa AC75 durante il training nelle acque del golfo degli Angeli. Il monoscafo è lungo 23 metri e largo cinque, ma aperti i foil, vere e proprie ‘ali’, arriva a dodici metri. A una prima occhiata sembra una normale imbarcazione, poi dispiega le ali e diventa un ‘missile’ che vola sul pelo dell’acqua, sino a 90 chilometri orari.

Cagliari ricambia lo spettacolo di Luna Rossa regalando uno scenario incantevole. Alle spalle, la passeggiata di su Siccu e i marmi della basilica di Nostra Signora di Bonaria, nelle vicinanze Calamosca e il lungomare del Poetto. Il sodalizio tra città e barca si consolida ogni giorno di più. È stato amore a prima vista, anzi al primo soffio di vento. Il team Luna Rossa Prada Pirelli, del resto, è di casa a Cagliari, scelta già nel 2014 e poi stabilmente, con base strategica al molo Ichnusa, dall’estate 2017. Dopo anni, è ancora tutto come il primo giorno. In occasione dell’ACWS di Cagliari, Luna Rossa, elegante padrona di casa, godrà pure del ‘fattore campo’, “uno dei più bei campi di regata del mondo”, secondo gli addetti ai lavori.

Luna Rossa nel golfo degli Angeli - Cagliari
Luna Rossa e Cagliari, amore al primo soffio di vento

In lontananza, mentre sali al castello di san Michele o ti affacci dal bastione di saint Remy. Da vicino, durante un trekking verso il faro del promontorio di Sant’Elia o sopra la Sella del Diavolo. Di fronte, dal vecchio Lazzaretto, oggi centro museale e culturale. Da tanti punti panoramici della città, potrai assistere allo spettacolo delle regate dell’America's Cup World Series. Seppure non hai mai messo piede su una barca a vela, è probabile che avrai il desiderio irresistibile di provarci. Di certo ti verrà la smania di dirigerti e fare tappa nel villaggio regate ACWS, cuore pulsante della tappa cagliaritana allestito sul lungomare di via Roma.

In banchina potrai vedere le barche sfidanti uscire e rientrare in porto prima e dopo le regate e potrai seguire le regate dai maxischermi. Il villaggio, dal 22 al 26 aprile, da mattina a sera, è un continuo show, con ingresso libero. I monoscafi dei vari challenger si alternano a far mostra di sé in banchina: ogni giorno uno diverso. Dal palco vanno in scena commenti alle regate, interviste ai velisti e le sfide tra i ‘vecchi’ finalisti della Coppa America. Non perdere occasione di provare il simulatore: puoi cimentarti al timone di un monoscafo AC75 virtuale. E ancora troverai gli stand ‘Scopri la Sardegna’, ‘Allenati come un velista’ e Attitude Ocean per scoprire e proteggere le meraviglie dell’oceano.

Veduta del Poetto dalla Sella del Diavolo
Faro di sant'Elia - Calamosca - Cagliari