Il Museo è situato nel centro di Tortolì, al piano terra dell'ex mercato civico, un palazzo ottocentesco, antica sede di un carcere.

Si tratta di un museo molto particolare, con due zone espositive, una interna per mostre temporanee. l'altra, quella caratterizzante, collocata all'aperto, che si articola lungo le vie del paese e nel territorio circostante, dando vita all'esperienza del Museo d'arte contemporanea a cielo aperto. ''Su logu de s'Iscultura'' nasce, infatti, come progetto di Parco di scultura alla fine degli anni novanta ed ha richiamato diversi artisti internazionali.

Lungo il percorso si possono ammirare opere di Mauro Staccioli, Antonio Levolella, Umberto Mariani, Maria Lai, Ascanio Renda, Pietro Coltella e Hitetoski Nagasawa.

A distanza di anni dalla sua ideazione, il museo a cielo aperto presenta agli spettatori un nuovo arredo urbano e ambientale, fatto di opere scultoree di grandi dimensioni, che si inseriscono perfettamente nel contesto paesaggistico e culturale dell'Ogliastra. ''Su logu de s'Iscultura'' affronta il tema della scultura urbana e ambientale accogliendo le metodologie teoriche e pratiche più innovative, divenendo nel tempo un parco culturale dove non solo i turisti, ma anche gli abitanti, possano confrontarsi direttamente con le problematiche più attuali dell'arte contemporanea.

La scultura dell'artista sassarese Igino Panzino è stata scelta come simbolo rappresentativo della giornata ''Sa die de sa Sardigna'', una festa che il 28 aprile coinvolge tutta la Sardegna.