Incantevoli scogliere di porfido abbracciano un borgo, un tempo villaggio di pescatori, oggi località turistica del territorio di Trinità d'Agultu e Vignola. Il paesaggio è da cartolina, il nome deriva dall’Isola Rossa, un isolotto che si staglia a 500 metri dalla costa. Case e mare sono separati da un lunga distesa di soffice sabbia dal colore tenue, con riflessi dorati e ciottoli in prossimità della riva, si chiama Spiaggia Longa. Il mare ti colpirà per le tinte verdi smeraldo e per la trasparenza, con un fondale sabbioso e basso nel suo primo tratto. Verso il largo, diventa roccioso e attira numerosi appassionati di snorkeling, grazie alla grande varietà di fauna ittica che lo popola. L’esplorazione dei fondali non è l’unica attività: potrai noleggiare canoe, pedalò, gommoni e moto d’acqua e praticare sci nautico, mentre dal vicino porto potrai partire in escursione per esplorare la costa gallurese e l’arcipelago della Maddalena. In spiaggia ci sono anche punti un diving center, punti ristoro e noleggio di attrezzatura balneare, a breve distanza dall’arenile troverai invece un parco acquatico. Qualità delle acque, tutela ambientale e livello dei servizi offerti permettono da vari anni consecutivi al litorale di aggiudicarsi la Bandiera Blu, riconoscimento conferito dalla Fee (Foundation for Environmental Education).

Il tratto più a nord dell’arenile - adiacente al porticciolo turistico - si chiama anche ‘spiaggia del porto’, separata da Spiaggia Longa da uno spuntone formato da rocce rosse. L’esposizione a sud le permette di essere particolarmente riparata dai venti, soprattutto dal maestrale e ha un fondo di sabbia color crema con qualche scoglio piatto. Potrai alternare il mare a un giro tra le strade del villaggio Isola Rossa, dove troverai bar con vista sul litorale, negozi e boutique di artigianato locale. La sentinella della costa è una cinquecentesca torre spagnola, costruita con il granito rosso, ai piedi della quale ammirerai un meraviglioso panorama, sino all’Asinara.

Dal promontorio sul quale sorge il borgo si diramano numerosi sentieri di trekking lungo la costa, che raggiungono calette nascoste. Verso nord, la prima tappa imperdibile è la baia di La Marinedda, incastonata tra scogliere di granito rosso e caratterizzata da sabbia bianca e acque cristalline. Procedendo oltre, ci sono le piscine naturali di Cala Canneddi e Cala Rossa, poi la romantica e riparata cala Li Tinnari, a pochi passi da Costa Paradiso, il cui nome dice tutto.