vuoto

Scano di Montiferro

Scano di Montiferro, Tomba dei giganti
Città: Scano di Montiferro
Meteo:

Sabato 30 Agosto 2014

Sereno
Min 22° | Max 29°

Scano di Montiferro è situato ai piedi del Monte Ferru. Il territorio testimonia la presenza della civiltà nuragica con numerosi nuraghi, tombe dei giganti e domus de janas. Sono presenti anche i sesti di insediamenti punici e romani.
Il paese, circondato da boschi secolari, è ricco di sorgenti d’acqua rinomate per i loro effetti benefici sul corpo. Fra esse c’è anche la sorgente di Sant'Antioco, che alimenta i particolari mulini ad acqua del Rio Mannu. Di particolare bellezza la piccola cascata situata in un bosco vicino al paese, chiamato S’Istrampu de Alere.
L’economia del paese si basa sulla coltivazione di viti e ulivi. Da questi ultimi viene prodotto un pregiato olio, vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali. Altra attività rinomata è quella dell’apicoltura, con la produzione di un miele particolare per gusto e fragranza.

Il 29 giugno si aprono i festeggiamenti del patrono San Pietro Apostolo; all’interno dell’antica parrocchiale, risalente al Diciottesimo secolo, sono conservate l’antico simulacro di legno di San Pietro in cattedra e due statue di provenienza spagnola.
Suggestive le due chiese campestri di Santa Croce e San Giorgio che sorgono su due colline che sembrano far da guardia al paese. Emozionante il santuario di Santa Barbara, per la sua posizione tra le rocce vicino ai nuraghi e alle domus de janas.

Scano di Montiferro è situato ai piedi del Monte Ferru. Il territorio testimonia la presenza della civiltà nuragica con numerosi nuraghi, tombe dei giganti e domus de janas. Sono presenti anche i sesti di insediamenti punici e romani.
Il paese, circondato da boschi secolari, è ricco di sorgenti d’acqua rinomate per i loro effetti benefici sul corpo. Fra esse c’è anche la sorgente di Sant'Antioco, che alimenta i particolari mulini ad acqua del Rio Mannu. Di particolare bellezza la piccola cascata situata in un bosco vicino al paese, chiamato S’Istrampu de Alere.
L’economia del paese si basa sulla coltivazione di viti e ulivi. Da questi ultimi viene prodotto un pregiato olio, vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali. Altra attività rinomata è quella dell’apicoltura, con la produzione di un miele particolare per gusto e fragranza.

Il 29 giugno si aprono i festeggiamenti del patrono San Pietro Apostolo; all’interno dell’antica parrocchiale, risalente al Diciottesimo secolo, sono conservate l’antico simulacro di legno di San Pietro in cattedra e due statue di provenienza spagnola.
Suggestive le due chiese campestri di Santa Croce e San Giorgio che sorgono su due colline che sembrano far da guardia al paese. Emozionante il santuario di Santa Barbara, per la sua posizione tra le rocce vicino ai nuraghi e alle domus de janas.

Nelle vicinanze

Scano di Montiferro, Tomba dei giganti
paesi
Scano di Montiferro è situato ai piedi del Monte Ferru. Il...
Tresnuraghes, chiesa di cala degli Albatros
paesi
Il territorio del comune di Tresnuraghes si sviluppa su una...
Suni, nuraghe Seneghe
aree archeologiche
Il nuraghe è situato in una posizione dominante sull'ampia...
Modolo, chiesa di Sant'Andrea
paesi
Adagiato in una splendida vallata che da lui prende il nome...
Monte Ferru, esemplari di mufloni
montagne
Il Monte Ferru rappresenta la più ampia formazione...
cascata sos molinos santulussurgiu
sorgenti e cascate
Sono piccole cascate formate dal Rio Molinos in una...
Quercia, Sindia
paesi
Sindia è un piccolo paese situato nel territorio della...
spiagge
Porto Alabe si trova nell'omonima località, nel comune di...
Bosa, Tramonto sul Temo
paesi
Abitata fin dall’epoca fenicia e poi colonizzata dai romani...
Dal 25.07.2014 al 12.10.2014
Dal 06.09.2014 al 07.09.2014
   
Dal 29.08.2014 al 31.08.2014
Dal 02.08.2014 al 07.09.2014
Dal 26.07.2014 al 31.08.2014
Dal 05.09.2014 al 14.12.2014
Brochure Mamoiada
Dal 07.02.2014 al 27.09.2014
Dal 31.05.2014 al 15.11.2014
Dal 14.03.2014 al 31.12.2014