vuoto

Canal Grande di Nebida, Iglesias

Iglesias, Canal Grande di Nebida

Il Canal Grande di Nebida prende il nome dalla piccola valle del Rio Canal Grande, che si getta sul mare. “Canale”, infatti, significa in campidanese canale, lunga valle.
È un’insenatura che si apre nella costa iglesiente, fra Masua e Buggerru, con alte pareti che raggiungono, nel lato meridionale, i 115 m. Nel lato nord, sotto la Punta Cubedda, si apre la Grotta delle Spigole: un effetto ottico stupefacente dato dall’erosione del mare sul calcare metallifero. La forma della grotta asseconda l’inclinazione degli strati rocciosi della falesia (che si sviluppa in 151 m per un’altezza di 30 m). La caletta termina nella valle detta del Rio di Canal Grande, dove si trova una mulattiera dei minatori.
La Cala si trova in una zona oggi debolmente frequentata, un tempo percorsa dai mezzi delle miniere in quanto punto d’imbarco di minerale.
Il paesaggio naturale è stato pertanto profondamente segnato dalle miniere: scavi a cielo aperto, discariche, strade, opere varie, oltre a costruzioni industriali e ad abitazioni dei minatori, costellano valli e versanti. Alcune gallerie sono state scavate appositamente per raggiungere la spiaggia, come a Porto Flavia. L’area confina con la Riserva Naturale ”Costa di Nébida”.

Come arrivare

Per giungervi via mare è necessario salpare dai porti di Portovesme, Carloforte o Calasetta e proseguire verso nord in direzione Buggerru.
La Grotta delle Spigole è meglio accessibile dal mare, partendo dal porto di Buggerru o da Portoscuso. La cala può comunque essere raggiunta anche via terra partendo da Masua (SS 126) e percorrendo circa 9 km della strada per Acquaresi-Buggerru. Una sterrata percorribile con fuori-strada conduce, dopo 1,8 km, allo stazzo Figus, dal quale una mulattiera porta in venti minuti di cammino alla Cala. Non vi sono segnali.

Il Canal Grande di Nebida prende il nome dalla piccola valle del Rio Canal Grande, che si getta sul mare. “Canale”, infatti, significa in campidanese canale, lunga valle.
È un’insenatura che si apre nella costa iglesiente, fra Masua e Buggerru, con alte pareti che raggiungono, nel lato meridionale, i 115 m. Nel lato nord, sotto la Punta Cubedda, si apre la Grotta delle Spigole: un effetto ottico stupefacente dato dall’erosione del mare sul calcare metallifero. La forma della grotta asseconda l’inclinazione degli strati rocciosi della falesia (che si sviluppa in 151 m per un’altezza di 30 m). La caletta termina nella valle detta del Rio di Canal Grande, dove si trova una mulattiera dei minatori.
La Cala si trova in una zona oggi debolmente frequentata, un tempo percorsa dai mezzi delle miniere in quanto punto d’imbarco di minerale.
Il paesaggio naturale è stato pertanto profondamente segnato dalle miniere: scavi a cielo aperto, discariche, strade, opere varie, oltre a costruzioni industriali e ad abitazioni dei minatori, costellano valli e versanti. Alcune gallerie sono state scavate appositamente per raggiungere la spiaggia, come a Porto Flavia. L’area confina con la Riserva Naturale ”Costa di Nébida”.

Nelle vicinanze

Iglesias, Canal Grande di Nebida
monumenti naturali
Il Canal Grande di Nebida prende il nome dalla piccola...
Masua, Pan di Zucchero al tramonto
spiagge
Il Pan di Zucchero è uno scoglio affiorante particolarmente...
Porto Flavia, miniera di Masua
spiagge
Porto Flavia si presenta con un fondo di ghiaia con scogli...
Buggerru, la spiaggia di Cala Domestica
spiagge
Situata nella costa sudoccidentale, tra bianche falesie...
monumenti naturali
Simile ad un'enorme zolla zuccherosa sospesa in mezzo al...
Grotte Su Mannau
grotte montagna
Le grotte di Su Mannau, nei pressi di Fluminimaggiore e...
spiagge
La spiaggia di Capo Pecora si trova nel comune di Arbus. Si...
Fluminimaggiore, Museo Antico mulino idraulico Licheri
musei
Il Museo si trova nel centro del paese nell'antico mulino...
Fluminimaggiore, Tempio di Antas
paesi
  Il paese di Fluminimaggiore nacque nel 1704, quando dopo...
Dal 11.03.2017 al 16.04.2017
Dal 28.12.2016 al 09.04.2017
Dal 24.02.2017 al 02.04.2017
Dal 08.03.2017 al 31.03.2017
Dal 13.02.2017 al 29.03.2017
Dal 30.11.2016 al 30.04.2017
Dal 16.03.2017 al 30.03.2017
Dal 16.03.2017 al 06.05.2017
Dal 27.01.2017 al 16.06.2017