vuoto

Speleologia

Santadi Grotta del Campanaccio foto di Gabriela Pani

La Sardegna può vantare un vasto patrimonio speleologico che comprende oltre millecinquecento grotte naturali conosciute ed esplorate. Grazie a questa ricchezza geologica del territorio, la speleologia è diffusa da tempo in tutta l'Isola. Sono tanti coloro che praticano questa attività, attratti da  scenari la cui bellezza supera la fantasia umana.

Le diverse grotte presenti nel territorio, attrezzate turisticamente, offrono comodi percorsi su passerelle metalliche che consentono di scoprire e ammirare stalattiti, stalagmiti e laghetti sotterranei, accompagnati da esperte guide speleologiche.

Per i più esperti e per coloro che praticano tale disciplina esiste, inoltre, una grande varietà di grotte naturali che conservano, una straordinaria diversità di fenomeni carsici ancora intatti e in continua evoluzione.

Le zone più ricche di grotte sono il Sulcis Iglesiente, la Nurra e il Nuorese alcune delle quali si affacciano direttamente sulla costa come il Bue Marino, la grotta del Fico a Dorgali e la grotta di Nettuno ad Alghero.

Numerose anche le grotte turistiche presenti nel territorio più interno dell'isola, fra le quali: Ispinigoli di Dorgali, Is Janas a Sadali, Su Marmuri a Ulassai, Is Zuddas a Santadi, Su Mannau a Fluminimaggiore e Santa Barbara ad Iglesias.

Fra i siti poco conosciuti, dove si può praticare la speleologia con l’ausilio di guide esperte, si ricordano: le grotte di Sa Oche, Su Bentu e Corbeddu ad Oliena, Su Palu ad Urzulei e tutta la zona del Parco Geominerario del Sulcis.

La natura ha impiegato milioni di anni per plasmare queste opere d’’arte naturali, il cui ecosistema è noto come uno dei più fragili esistenti in natura. Per tale motivo i visitatori  degli ambienti sotterranei sono soliti essere più attenti e sensibili per tutelare e evitare di modificarne gli equilibri.

 

 

Nelle vicinanze

Teti, santuario di Abini
aree archeologiche
Il villaggio-santuario di Abini, situato lungo il fiume...
Teti, Museo Archeologico Comprensoriale
musei
Il museo ospita i materiali archeologici provenienti dal...
Teti, villaggio di S'Urbale
aree archeologiche
Il villaggio è situato nella regione del Mandrolisai  verso...
Austis, Sa Crabarissa
paesi
Austis è immersa nelle montagne del Mandrolisai ed è...
paesi
Ollolai nasce sul monte San Basilio Magno, immerso in una...
Nughedu Santa Vittoria, museo naturalistico
musei
È allestito all'interno dell'Oasi di Assai, uno splendido...
aree archeologiche
Sul fiume Tino si trova un'antica gualchiera ad acqua,...
Panoramica del Lago di Gusana
laghi e stagni
Il lago di Gusana venne realizzato tra il 1959 e il 1961...
paesi
Sorgono è stato il capoluogo del Mandrolisai ed è tutt'oggi...
Dal 18.12.2016 al 26.02.2017
Dal 16.12.2016 al 26.02.2017
Dal 21.10.2016 al 05.02.2017
Dal 21.10.2016 al 05.02.2017
Dal 26.02.2017 al 28.02.2017
Dal 29.01.2017 al 30.01.2017
Dal 28.12.2016 al 09.04.2017
Dal 08.01.2017 al 31.03.2017
Dal 16.12.2016 al 26.02.2017